Salento Virtuale
Benvenuto nel Forum.
Nome utente:
Password:
Salva la password


Registrazione
Selezione lingua

Hai dimenticato la Password?
  Home   Forums   Calendario Eventi   Responsabili   Libro Ospiti   FAQ     Registrazione
Discussioni Attive | Sondaggi Attivi | Risorse | Utenti | Utenti Connessi | Catalogo Avatar | Cerca
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 49 ]  [ Totale: 49 ]  [ Membro più recente: WelcsGome ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i Forum
 Gallipoli Virtuale
 Gallipoli Virtuale
 CONSIGLIO DEL 29/9/2008
(anche qui: Ospite)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Pagina Successiva
 Vers.Stampabile
Autore Discussione Precedente: ok ragazzi è giunta l''ora di salutarvi Discussione Discussione Successiva: Juke-box
Pag. di 4

Antonella Greco
Average Member

Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 30/09/2008 :  16:26:55  Mostra Profilo  Aggiungi Antonella Greco alla Lista Amici
Riproduco il testo del mio intervento in Consiglio Comunale per un amigliore conoscenza degli amici del forum.
Naturalmente la promessa che ho fatto in Consiglio di mandare tutto alla Corte dei Conti la manterrò.
Ringrazio gli amici del forum che mi hanno aiutata a compilare la relazione.Dopo il Consiglio in molti mi hanno chiesto da chi fossi stata aiutata ma basterebbe frequentare il forum per avere un'idea.
Sul forum ormai si lavora in equipe accomunati dalla voglia di riformare la pubblica amministrazione in termine di efficienza e trasparenza.



Anche questa volta la proposta di deliberazione per il riconoscimento di
debiti fuori bilancio appare frettolosa lacunosa e contraddittoria in termini contabili.

Non voglio soffermarmi su ogni particolare in cui ho rilevato incongruenze ed errori (sembra come qualcuno ha detto che agli uffici invece dei computers occorrerebbe dare in dotazione un pallottoliere):

Nella sua nota il Segretario comunale a consuntivo degli allegati prodotti dagli uffici quantifica in € 752.608,49 il debito da riconoscere e quantifica in € 373.083,06 la somma da reperire per il finanziamento. Lo fa avendo a riferimento il postumo parere dei revisori a correzione degli errori contenuti nel primo parere depositato in Consiglio nella seduta del 18 luglio scorso. Ringrazio i revisori delle scuse contenute nel loro parere odierno. In pratica il segretario prendendo a riferimento il dato corretto dai revisori quantifica in € 379.525,43 i debiti finanziati ma non riconosciuti nella precedente seduta del Consiglio ed in conseguenza ne ricava la restante somma da finanziaria che ripeto è quantificata in € 373.083,06.

In nessun allegato è contenuto l’elenco dei debiti già finanziati e non riconosciuti nella citata seduta del consiglio comunale del 18 luglio scorso. Pertanto è praticamente arduo estrapolarne analiticamente gli elementi di valutazione poiché è evidente che noi oggi dovremmo riconoscere i debiti fuori bilancio e nello stesso tempo finanziarne la spesa residua.

Ebbene, nella proposta di delibera a differenza di quanto attestato dal Segretario generale l’ipotesi di finanziamento è di € 336.608,49 basato su di una dichiarazione della dirigente affari generali secondo la quale la disponibilità sugli appositi capitoli è di € 416.000 e che quindi l’importo da finanziare è dedotto per differenza dal debito complessivo.

Non voglio fare polemiche su questo punto ma è ben strano che il 18 luglio avevamo raschiato il barile fino al fondo per finanziare debiti per € 1.112.023 ed oggi invece di ritrovarci il nudo importo dei debiti in fase di accertamento e pari a 379525,43 (dichiarazione dei revisori ripeto ma anche qui non voglio fare polemiche) ne ritroviamo €416.000. Un segnale di un non so che di patologico accade nella gestione dei conti del Comune.

A questo punto sarebbe obbligatorio chiedermi e chiedere a tutti noi. I Revisori dicono (dopo la correzione) che i debiti da accertare alla data del 18 luglio erano come ho detto 379.525,43. La Giunta su questo non è d’accordo visto che con propria delibera n. 53 del 23 luglio ha tentato di correggere l’errore delle quantificazioni portate nel consiglio del 18 luglio rideterminando in 385.409,43 i debiti da valutare. Allora signori quale è l’importo esatto? Che qualcuno si prenda l’onere di rendere coerenti gli atti e le risultanze. La proposta di delibera sembra ignorare la quantificazione fatta dalla Giunta. Ma di fatto va ricordato che gli allegati dello scorso Consiglio comunale indicava analiticamente quella partita in € 358.361,3.

A questo punto mi sembra che una maggiore serietà e puntualità nella gestione dei numeri sarebbe non solo necessaria ma obbligatoria. E devo affermare con forza che occorre mettervi rimedio una volta per tutte. I conti del comune non sono i conti del circolo ricreativo spero che tutti siate d’accordo almeno su questo,

E bisognerà mettersi d’accordo anche sulle procedure per la convocazione del Consiglio e i tempi per il deposito degli atti compresa la relazione dei revisori che anche oggi è stata portata in Comune solo alle ore 10,45.

Detto questo entriamo nel merito della questione riconoscimento

L’ipotesi di finanziamento per € 336.608,49 a copertura dei debiti mi sembra del tutto caotica perché a dare atto della necessaria coerenza e corrispondenza degli allegati si evince senza ombra di dubbio che tra i debiti da riconoscere vi è un totale di € € 91.704,15 per somme già pagate o impegante e che quindi hanno bisogno del solo riconoscimento ma non anche di apposto finanziamento. In dettaglio le somme sono quelle di cui all’allegato “Sentenze già pagate e riconosciute con delibera C.S. 97/07” per un importo complessivo di € 16.719,22 e quelle di cui all’allegato Sentenze già pagate da riconoscere per un importo di € 74.984,93.

Il collegio dei revisori evidentemente su dati più certi certifica invece un totale di impegni e pagamenti già effettuati di € 360.361,33. Mi sembra a questo punto che il finanziamento da trovare per il riequilibrio sarebbe di € 285.376,40 e non di 336.608,49. (differenza in più calcolata € 51.232,09)

E’ da rilevare poi che dei debiti da riconoscere molti indicati negli allegati non possono formalmente essere riconosciuti in quanto palesemente privi dei requisiti oggettivi di utilità ed arricchimento della pubblica amministrazione. Tra questi: Carparelli Alessandro atto di precetto Sent.n.5592/06 (€665,24); Castaldi luigi pignoramento sent. N.1396/06 (€1000); Derossi Daniele precetto 1987/07 (€792,65); Mariano Maria Pia precetto Sent.n. 239/08 (€1054,74); Marzo Francesco Precetto sent. N.1398/06) (€ 500,21); Rizzo Ialia Lucia 1984/07 (€ 1301,26); Rizzo Donatello Pignoramento sent. 1419/06 (€ 1000); Romanello Rosario precetto 301/07 (€560,11); Romano Vincenza pignoramento 1970/07 (€1000); Saccomanno Silvano precetto 1977/07 (€708,37), Travisi Maria Addolorata pignoramento/precetto 145/08 (€1166,58); Vernile Domenico precetto 6890/07 (€ 531,95)

Ancora più grave è l’aver presentato al Consiglio l’elenco delle sentenze da riconoscere e finanziarie in cui viene analiticamente indicato il Totale di ogni singolo affare con l’annotazione: “comprensivo di interessi al 30.9.2008 e per un totale di € 216.429,83.

Il Ministero dell’Interno nell’osservatorio per la finanza e la contabilità degli enti locali afferma senza ombra di dubbio che il riconoscimento del debito fuori bilancio è ammissibile solo in determinati casi analiticamente indicati dalla legge sub art. 194 del testo unico degli Enti Locali. Il comma e) in particolare prevede il riconoscimento delle “acquisizione di beni e servizi, in violazione degli obblighi di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 191, nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l'ente, nell'ambito dell'espletamento di pubbliche funzioni e servizi di competenza”.

Tale comma in pratica impone ai fini del riconoscimento i due requisiti di riconoscibilità dell’utilità e dell’arricchimento a favore del Comune. L’Osservatorio al riguardo chiarisce che occorre presentare in Consiglio la dimostrazione dell’utilità mediante acquisizione di idonea documentazione. L’assenza di utilità impedisce il riconoscimento del debito.

L’arricchimento, precisa sempre ‘osservatorio è l’altro requisito essenziale per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio e deve misurare l’incremento patrimoniale oppure il risparmio di spese o la mancata perdita patrimoniale. La documentazione da acquisire deve essere finalizzata a servire la prova dell’avvenuto accertamento e del suo limite. Non è in alcun caso arricchimento e non è pertanto riconoscibile l’onere per interessi, spese, rivalutazione monetaria ed i maggiori esborsi in generale causati da ritardato pagamento.

Mancando perciò agli atti l’idonea documentazione prescritta o qualunque attestazione che confermi la sussistenza debito per debito dei due suddetti requisiti di utilità e arricchimento il Consiglio non può in alcun modo procedere al loro riconoscimento perché lo vieta la legge. Ad eccezione che non si scorpori il debito nei due elementi dell’importo riconoscibile per requisiti di utilità ed arricchimento e del danno erariale provocato che è a carico di chi ne ha la responsabilità.

Al riguardo la nota dei revisori al punti a) indica nelle sentenze giià riconosciute e per gli importi ulteriori da riconoscere di € 16.719,22 un debito soggetto a ripetizione nei confronti dei responsabili per danno erariale e nel punto b) per un importo di € 24.369,38 un debito ugualmente soggetto a ripetizione per danno erariale.

Nulla invece osserva il collegio per le altre partite da me segnalate precedentemente essendo l’importo gravato di oneri di interessi al 30.9.2008.

Condizione questa che impedisce a mio parere il riconoscimento dei debiti fuori bilancio

Circa la situazione dei derivati segnalata anche da revisori non solo è preoccupante la situazione evidenziata che ha un riferimento però al 31.12.2007 ma mi sembra catastrofica. Nulla ci dicono i Revisori alla situazione attuale.

Non sono d’accordo però con loro quando affermano che il valore negativo del mark to market di -821.467 non indichi necessariamente una perdita per il Comune. La perdita allo stato delle cose è certa e l’apposito fondo non è sufficiente a coprire le perdite. A questo punto io affermo che noi siamo già in disequilibrio.

Termino qui per dire che oggi io non sono disponibile ad arrivare alle votazioni di rito sull’equilibrio di bilancio se non si garantirà la correzione della proposta di deliberazione e se non saranno modificati gli allegati con la distinzione delle somme riconoscibili da quelle non riconoscibili. Spero che i revisori in conseguenza di quanto rilevato e di quanto fin qui detto non tralasceranno di fare formale segnalazione alla Corte dei Conti.






 Paese: Italy  ~  Invii: 43  ~  Membro da: 02/08/2008  ~  UltimaVisita: 05/12/2009 -> Moderatore 

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 30/09/2008 :  16:33:25  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici


OSSERVAZIONI ALLA NOTA DEI REVISORI CON RIGUARDO ALLA PROPOSTA DI DELIBERA PRESENTATA AL CONSIGLIO COMUNALE IN SEDE DI RICONOSCIMENTO DEI DEBITI FUORI BILANCIO VARIAZIONE E RIEQUILIBRIO
Penso che sia mio dovere a questo punto formalizzare osservazioni concrete sulla relazione di revisione, anche al fine di dettagliatamente evidenziare gli argomenti che formeranno oggetto di relazione alla Corte dei Conti per espressa volontà di alcuni utenti che già in passato avevano ventilato questa ipotesi. Vedremo quali Santi in paradiso troveranno e se si avvereranno le ipotesi espresse qualche tempo fa dal dr. De Tommasi. Le osservazioni sono in calce ad ogni pagina (sette) della relazione dei revisori per una immediata comprensione.

Come si vede dagli estremi di protocollo il documento di revisione, pur avendo la data del 28.9.2008, risulta depositato in Comune il 29.9.2008 attorno alle ore 10,30, cioè a sole ore 4,5 dalla convocazione del Consiglio comunale. Un sistema consolidato che impedisce di fatto la valutazione oggettiva di questo importantissimo strumento di controllo di legittimità sui conti del Comune. Un modo anche per impedire ai consiglieri (se ne avessero voglia veramente) di studiarselo e di preparare il proprio intervento. Ciò si aggiunge al fatto che gli uffici comunali sono rimasti chiusi il Sabato e la Domenica precedente il consiglio, quando invece per regolamento il fascicolo completo della proposta e dei documenti dovrebbero stare a disposizione dei Consiglieri almeno 48 prima del Consiglio.
Credo di non poter essere smentito se affermo che pochissimi Consiglieri erano a conoscenza del contenuto di quel fascicolo e non potevano discutere che del sesso degli angeli. Solo la Commissione consiliare si era riunita venerdi, senza peraltro prendere cognizione del contenuto del documento di revisione. Eppure gli atti preparatori erano già stati formalizzati dagli uffici in data 23.9.2008.

Commento alla prima pagina del documento

1 – Qui i Revisori fanno riferimento alla questione ben nota della Gestor contro la quale sono state attivate le procedure di rescissione del contratto per gravi inadempienze. Mancano all’appello € 237.000 che la Gestor avrebbe dovuto versare al comune. I Revisori si accontentano della dichiarazione del Dirigente circa la promessa fatta dalla Gestor di versare le somme guarda caso entro le date del 30 settembre e del 30 ottobre 2008.. Entro il 30 settembre i responsabili di servizio, di concerto con il Direttore Generale, rendono le proposte conclusive di bilancio ed eventualmente di Peg insieme con le relazioni di settore al Responsabile dei servizi finanziari; entro il 15 ottobre il responsabile dei servizi finanziari verificata la veridicità dell'entrata e la compatibilità della spesa, rende esecutiva la procedura con l'apposizione del visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria. Successivamente, collaziona le relazioni di settore e redige la proposta di bilancio che, corredata del proprio parere reso ai sensi dell'art. 49 del DLs n. 267/2000, verrà successivamente sottoposta all'organo esecutivo. Tutto calcolato per evitare di avere problemi in sede di riequilibrio che come è noto farebbe scattare la procedura di scioglimento del Consiglio comunale. Una corretta gestione finanziaria non si può non basare che su concretezze contabili. A questo punto entrano in ballo le responsabilità degli uffici che qualcuno dovrebbe controllare in modo adeguato.

2 – Il riferimento è al mancato introito di € 2.800.000 dalla vendita degli immobili comunali: Terreno ex Ricovero mendicità di Via Lecce aggiudicato a favore dei germani Quintana; immobile via Chiaiese aggiudicato a favore del consigliere comunale Buccarella Alessandro; Immobile ex Convento Paolotti alla riviera Cristoforo Colombo aggiudicato all’immobiliare Romano. I revisori fanno riferimento alle lettere di diffida datata 23.9.2008 a versare il dovuto entro 7 giorni dal ricevimento pena la revoca dell’aggiudicazione. Per Buccarella e Romano si citano le precedenti lettere di invito a sottoscrivere il contrato del 13 e 14 febbraio. Nulla si dice dell’altro immobile e terreno ex Ricovero di mendicità per il quale si è chiusa una vertenza davanti al Consiglio di Stato con annullamento dell’assegnazione fatta. Aggiudicataria perciò dovrebbe essere AGRIARTE S.a.s. di Carichino Cristina & C. con un’offerta inferiore a quella fatta dall’aggiudicatario. La previsione del minor ricavo perché non è presa in considerazione da nessuno? O ci sono ulteriori sviluppi? Non so se i soldi siano stati mai versati. I Revisori affermano che la mancata vendita non costituisce danno erariale a carico del Comune. Dicono che il Comune incamererebbe la cauzione e al limite il mancato introito provocherebbe solo il mancato rispetto del patto di stabilità. Non sono per nulla d’accordo con loro. Già il mancato rispetto del patto di stabilità è un danno grave per il comune. E comunque penso che l’aggiudicazione dovrebbe andare, a minor prezzo offerto, all’aggiudicatario provvisorio. Da qui il minore ricavo. Comunque è certo che il consigliere Buccarella non potrà sottoscrivere il contratto per la funzione ricoperta che lo pone in stato di incompatibilità (ad eccezione che non si dimetta). E a proposito di Buccarella nessuno ha mai sollevato la sua ineleggibilità/incompatibilità per essere debitore del Comune. E mi meraviglio che non si pensi di attivare la procedura di recupero con gli interessi a carico dei debitori.



3 – Per la ditta dei parcheggi non è stata dichiarata nessuna assicurazione circa il recupero delle somme come fatto per la Gestor. I Revisori si limitano a dire che ci sarà un danno erariale se quanto dovuto al Comune non verrà recuperato entro da la data dell’assestamento di bllancio. Campa cavallo che l’erba cresce. I Revisori hanno mai verificato quanto deve recuperare il Comune per somme dovute e mai versate? Che metta naso anche nei crediti vantati anche per affitto immobili comunali.

4 – Qui i Revisori fanno aperto cenno a quanto evidenziato da vari interventi su questo forum e chiedono pubblicamente scusa al Consiglio per quello che essi definiscono un mero errore. Però non evitano di dichiarare che tra le giuste critiche vi erano secondo loro anche “aspre e grossolane polemiche”.
No cari Revisori, voi avete fatto infuriare gli utenti con il vostro atteggiamento volto a minimizzare le critiche. E non di un errore veniale si è trattato bensì di un lampante tentativo di mettere una toppa a dei conti che non tornavano e non tornano nonostante le scuse. Perché l’errore di calcolo è stato qui sviscerato abbondantemente anche per le conseguenze indotte da quell’errore. Avete corretto quel singolo errore ma non ne avete tratto le debite conseguenze.



5 – Qui i revisori, forse imbeccati dalla discussione aperta su questo forum, fanno riferimento al finanziamento a tasso variabile di “interessi rate SWAP” (i cosiddetti derivati). Ripetono ciò che avevano attestato in sede di revisione del bilancio di previsione 2008 confermando il dato negativo al 31.12.2007 di – 821.467,00 del Mark to Market. Però si affrettano a dire che ciò non significa che si è accertata una perdita, ma che potrebbe verificarsi in determinate circostanze. Si guardano bene dall’evidenziarle. Dal 31.12.2008 sono trascorsi 9 mesi e proprio in questi giorni l’euribor è schizzato a livelli mai raggiunti. Le banche vanno in crisi in America e in Europa e noi ci dobbiamo accontentare delle banali osservazioni dei revisori. Vabbè vuol dire che ci rivedremo al momento della rinegoziazione quando il Comune registrerà le enormi perdite. Si prendono naturalmente la responsabilità.

6 – Anche su questo punto viene calato il manto della carità ignorando anche il risultato dell’ispezione ministeriale del 2007 e le note della Corte dei Conti sul punto. E’ un credito questo vantato dal Comune nei confronti della AUSL oggi della Regione e che risale ad un ventennio fa, forse più) e che si porta a residui. Quel credito se calcolato per interessi e rivalutazione sarebbe oggi forse quantificabile al oltre € 2.000.000. Ma praticamente è un credito perento.

7 – Qui i Revisori affermano, giustamente aggiungo io, che le entrate da vendita degli immobili hanno consentito di pareggiare i conti in conto competenza. Ma come la mettiamo per la questione Agriarte?

8 – Mi scandalizzo per questa annotazione dei revisori. Dicono con estrema tranquillità che i conti relativi al contenzioso legale non sono in ordine. Forse stanno mettendo le mani avanti. Ad ogni riequilibrio di bilancio e di riconoscimento dei debiti fuori bilancio escono partite contabili vecchie ed esaurite da tempo. E’ come se qualcuno per non dire che nasconde la vera portata dei debiti ne da la colpa all’ufficio che non è in grado di dare i conti esatti. Ma suvvia, un po’ di maggiore responsabilità.



9 – Da questo prospetto si evince la falsa rappresentazione delle necessità dell’ente in sede di riequilibrio di bilancio e di riconoscimento debiti fuori bilancio. Infatti i Revisori indirettamente dimostrano, nero su bianco, che le necessità finanziarie dell’ente per coprire i debiti sono di molto inferiori a quelle dichiarate.
Se vi fate caso i revisori dicono che € 233.361,33 per competenze legali risultano già finanziati (resta il riconoscimento). Aggiungono anche € 125000 + 200 per differenze contabili, €74.984,93 per sentenze notificate e già pagate (da riconoscere) ed € 20.964,10 per assegnazione somme a seguito di atti esecutivi già finanziati. Un totale insomma certificato dai Revisori di € 454.310,44. Ora se dal complesso della somma da finanziare per il riequilibrio di bilancio pari ad € 752.608,49 si sottrae la somma complessiva dei debiti già finanziati, avremo il risultato eclatante di € 298298,05. Vorrebbe dire che è FALSA l’affermazione che occorrevano per il riequilibrio €336.608,49. Ma non finisce qui, perché l’allegato alla proposta di delibera riporta la somma di € 16.719,22 già impegnata e che perciò ha già un autonomo finanziamento. Quindi la somma già finanziata sale ad € 471.029,66 ed in conseguenza il residuo da trovare per il riequilibrio era limitato a soli € 281.578,83. Ora mi domando io perché si è finanziato per € 336.608,49 (€ 55.029,66 più del necessario)? Questo è un rilievo che è stato fatto anche per il riequilibrio del 18 luglio scorso in cui ho dimostrato che l’effettivo finanziamento richiesto era di € 517.936,50 contro quello deliberato di €540.000. A questo punto mi chiedo: A che fine? E perché si rischia la FALSITA’ dei dati e delle risultanze?



10 – In questa parte della relazione di revisione si evince chiaramente l’ipotesi del danno erariale provocato all’Ente per maggiori oneri interessi rivalutazioni ecc. I revisori dicono (bontà loro) che il debito di € 16.719,22 e quello di 24.369,38 può essere riconosciuto pur affermando che sono somme soggette a ripetizione nei confronti dei responsabili. Io manifesto tutto il mio dissenso. L’art. 194 del TUEL comma 1 prevede che “con deliberazione consiliare di cui all'articolo 193, comma 2, o con diversa periodicità stabilita dai regolamenti di contabilità, gli enti locali riconoscono la legittimità dei debiti fuori bilancio derivanti da:” ( e qui sono previste le varie fattispecie tra cui quella della lettera e). La fattispecie di cui alla citata lettera e) prevede la legittimità del riconoscimento per “acquisizione di beni e servizi, in violazione degli obblighi di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 191, nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l'ente, nell'ambito dell'espletamento di pubbliche funzioni e servizi di competenza”. Cari revisori, quei debiti che voi avete segnalato non sono riconoscibili e voi avete l’obbligo di legge di segnalarli all’arrenzione della Corte dei Conti. Altro che pagare e attivare il Comune per gli atti in danno dei responsabili!!! E chi li individua? Un corretto controllo di legittimità che spetta in capo ai revisori avrebbe dovuto richiedere l’attestazione del responsabile dei Servizi finanziari che ogni debito, come prescrive la legge abbia il doppio requisito dell’utilità e dell’arricchimento per l’ente, con la contestuale evidenziazione della quota debito capitale riconoscibile e delle quote per interessi, rivalutazioni e spese non riconoscibili. Cosa che negli atti portati all’esame del consiglio comunale non risulta avendo scelto di formulare un elenco indistinto sotto questo punto di vista. Naturalmente è da evidenziare che ciò che è successo nello scorso consiglio comunale è la fotocopia di quanto accaduto nell’ultimo. Devo dare atto che questa volta la relazione dimostra una più puntuale analisi ed i conti sono stati verificati nelle operazioni matematiche tanto che si sono peritati i revisori di emarginare quei 200 euro per differenza (vedi punto 9 delle mie osservazioni) per essere esatti € 199,98 calcolati in più. Lasciamo da parte naturalmente i centesimi (un’altra somma porta una differenza di 0,09 centesimi sul totale delle sentenze). Questo fatto non mi inorgoglisce né dovrebbe inorgoglire tutti gli utenti del forum che hanno collaborato con me a questa analisi. Si convincano tutti che noi non siamo capaci solo di fare le operazioni aritmetiche, siamo capaci, con i documenti alla mano, di capire fino in fondo le manovre di bilancio e la loro corrispondenza alle norme di legge. Si è aperta insomma una stagione di controllo sull’operato della Pubblica Amministrazione che non darà scampo a nessuno, ad eccezione che non si voglia definitivamente comprendere che questa è una questione di buona amministrazione che nulla ha a che vedere con la politica. Adeguandosi in fretta.

11 – Che scoperta. Ma se gli oneri di urbanizzazione sono incamerati al 75% per equilibrare il bilancio in assenza di entrate ordinarie, e che anche il 50% delle sanzioni del codice della strada è finalizzato a questo!!! E’ evidente che non vi siano risorse per intervenire sul generalizzato dissesto delle strade e dei marciapiedi anche perché le entrate postate non sono credibili tanto che anche i revisori ne sollecitano l’accertamento.



12 - Nel consiglio comunale di ieri i Revisori hanno certificato che sul capitolo 168 a seguito della variazione fatta con la delibera 14 del 18 luglio scorso (incrementata di euro mille dicono i Revisori. Ma che vuol dire, non capisco, aggiungo io) si ritrovano per miracolo altri 36474,57. Essi dichiarano insomma una disponibilità complessiva sul capitolo 168 di € 416.000 (Per cui € 416.000- 379.525,43=€ 36.474,57). Una maggiore disponibilità insomma di € 36.474,57.
Questa rappresentazione fatta dai Revisori è pertanto FALSA poiché nel primo documento di revisione i Revisori stessi attestano tutta la disponibilità finanziaria al momento (18.7.2008) disponibile sul capitolo 168 e a residui sui capitoli 143-168 per un totale di € 572.023,73 che unitamente al finanziamento previsto di € 540.000 doveva servire a riequilibrare il bilancio.
Si è finanziato il debito complessivo di € 112.023,73, cioè, utilizzando i fondi residui ed incrementando il fondo del cap. 168 di ulteriori € 540.000
Questo lo schema di manovra evidenziato all’epoca dagli stessi revisori:
€ 157.023,73 cap.168
€ 415.000,00 cap 143-168 residui
€ 540.000,00 variazione del. C.C. 14/2008
€ 1.112.023,73 Totale finanziamento debito fuori bilancio del. CC. 14/2008
Mi spiegano come fanno oggi a dire che ci sono maggiori fondi? Se ci sono oggi vuol dire che qualche somma prevista nei debiti presentati al Consiglio in data 18.7.2008 è stata stralciata perché non reale o ripetizione di debito inesistente o pagato. Ma questa sarebbe dovuta essere una informazione da dare correttamente al Consiglio. Oppure era FALSO che alla data del 18.7.2008 vi era la sola disponibilità dichiarata?. E già, perché in quella sede avrebbero dovuto raccattare tutti i fondi disponibili sul bilancio quanto meno per limitare la portata della manovra finanziaria a pareggio. Questo almeno in una trasparente e corretta gestione finanziaria del Comune.



13 – Del lodo Seta si sono interessatii sia gli ispettori del Ministero che la Corte dei Conti. L’accantonamento dalla vendita di immobili doveva servire a preservare il Comune dalla infausta sorpresa da una sentenza definitiva sul lodo SETA. In totale l’accantonamento previsto per dichiarazione degli stessi revisori era pari a € 1.500.000. Dal capitolo 1281 di € 1.081.552,00 oggi vengono sottratti € 240.000 sulla semplice dichiarazione del Dirigente che la transazione è sul filo di arrivo e i Revisori aggiungono che il Sindaco assicura che la transazione è ormai chiusa. Osservo che mai una amministrazione può ragionare su ipotesi bensì sulla concretezza degli atti. Scuola giuridica costante dice che la Pubblica amministrazione parla attraverso atti formalmente validi. Qui a Gallipoli da anni si parla solo per sentito dire e per dichiarazioni di fede. Certo che il lodo Seta assume connotazioni sempre più fosche. Dal Lodo che stabilisce un debito di oltre € 4.500.000. Oggi la ditta si accontenterebbe di meno di € 1.300.000. Da dove proviene tanta generosità? E’ vero che ancora si tira a campare e il nuovo bando di gara tarda a venire. Ma qualcuno nelle alte sfere dovrebbe porsi la questione anche per capire bene tutta la vicenda. E’ pur vero che i nostri revisori ci assicurano della dichiarata vigilanza acchè la Giunta produca l’atto formale di transazione in tempi brevissimi. Aspetteremo impazienti ma sempre sulla nostra dichiarata necessità di conoscere nel dettaglio i perchè delle conclusioni del lodo e della transazione.

P.S. Dimostreremo anche che non tutti i debiti siano stati evidenziati e riconosciuti. Ad esempio cito solo la sentenza Tar Registro Sentenze: 1811/2008/Registro Ricorsi: 1883/2007 del maggio di quest’anno che Condanna l’Amministrazione comunale di Gallipoli alla corresponsione in favore della ricorrente della somma di € 1.500,00 (millecinquecento/00) a titolo di spese di giudizio. Tra questi debiti va calcolata la maggiore somma di € 565,75 quale maggiore importo del debito Portaluri riconosciuta e finanziata nel consiglio comunale del 18.7.2008 per soli € 1.087.000 ma in sede di transazione (delibera G.M. n.49 del 18 luglio 2008) quantificato in € 1.087.565,75.






 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

luigicaiffa
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 30/09/2008 :  17:35:04  Mostra Profilo  Aggiungi luigicaiffa alla Lista Amici
scusate...ma nessuno di voi ieri ha fatto caso alle dichiarazioni del Sindaco Giuseppe Venneri di aver trovato un accordo per chiudere la transazione con la Seta per la modesta(si fa per dire, ma paragonata a quella risultate dai precedenti episodi, sicuramente molto piu' modesta) cifra di 1.400.000,00 euro??? credo che non sia poco! Non e' anche questo un atto concreto???
 Paese: Italy  ~  Invii: 98  ~  Membro da: 18/09/2008  ~  UltimaVisita: 17/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

Luigi De Tommasi
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 30/09/2008 :  21:35:01  Mostra Profilo  Aggiungi Luigi De Tommasi alla Lista Amici
Non volevo intervenire per il momento perchè sono alle prese con la lettura e valutazione della complessa opera di ricostruzione e commento critico della relazione dei revisori da parte di Elio Pindinelli che tutti noi dobbiamo ringraziare per la competenza, la passione ed il grosso impegno che ha profuso in questa delicata e complessa materia.
Di fronte a tanta complessità e a tante problematiche affrontate, con altrettante criticità ed illegittimità rilevate, dove il futuro di Gallipoli appare oltremodo incerto se poniamo mente alla leggerezza con la quale fatti e comportamenti dannosi per la nostra comunità vengono banalizzati con il silenzio e con apparente menefreghismo, assistiamo purtroppo all'intervento di un consigliere che è a dir poco sconcertante per la banalità del suo intervento che non coglie minimamente la gravità del problema riferito al debito SETA.
Credo invece che il Sindaco sull'argomento responsabilmente o furbescamente si defila per non alimentare polemiche perchè credo sia molto preoccupato per tutto il peso che dovrà portare.
Forse è il caso di informare il consigliere che il debito è stato generato da una scellerata attribuzione dell'appalto direttamente senza gara alla società SETA di Piscopiello da parte del Cosiglio Comunale su proposta della Giunta guidata da Venneri; è cresciuto a causa da un lodo arbitrale sul quale vi sono solo ombre per le modalità della sua attivazione, per i componenti che l'hanno deciso, per il contenuto, e non per ultimo per le modalità con il quale è stato smentito dallo stesso Sindaco e dal suo compagno senatore Barba durante la campagna elettorale del 2006;
è "pasciuto" in questi anni per l'enorme massa di interessi che ha generato.
Ora lo stesso Sindaco Venneri che ha generato il disastro, creando il debito, si inorgoglisce e diffonde ottimismo nei confronti dei suoi consiglieri che non si accorgono che li sta prendendo in giro,e, ne sono certo spaccerà un disastro per un grande successo.
E tutti gli crederanno o faranno finta di credergli in questa grande commedia che si sta recitando,dove gli attori sono essi stessi artefici del decadimento morale culturale e affossano le regole che sono alla base del corretto vivere civile.
Oggi il ministro Fitto ha affermato che la base del federalismo per la crescita del Sud è la responsabilizzazione degli amministratori; naturalmente si riferiva alla qualità della spesa che i Comuni generano.
E' possibile, mi chiedo, che un amministratore come il consigliere comunale riesca a concludere, con sconcertante leggerezza che l'effetto del lodo è un " atto concreto" , dando un significato di positività che abbraccia anche i comportamenti passati,banalizzando e nascondendo un grave problema di sperpero di denaro pubblico e un deficit di trasparenza e correttezza?
Spero di aver spiegato quali sono stati i " precedenti episodi" di cui parla il consigliere. L'intervento mi sembrava carente da questo punto di vista

Modificato da - Luigi De Tommasi on 30/09/2008 21:38:28
 Paese: Italy  ~  Invii: 55  ~  Membro da: 05/08/2008  ~  UltimaVisita: 08/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

asciuga-palloni
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 30/09/2008 :  23:05:11  Mostra Profilo  Aggiungi asciuga-palloni alla Lista Amici
A questo punto il quadro in Consiglio Comunale è chiaro:

MAGGIORANZA:
1-"Zio Fester Adams"
2-"Fratuma tene u cazzebbu nfacce a chiesa taa Puritate!"
3-"... e jeu tegnu u resort a mienzu campagna!"
4-"Mr. Protezione Civile"
5-"A matalona!"
6-"u curtissimu!"
7-"casi ca nc'ete. Basta cu erge a manu!"
8-"u Veli ca se vinde e scarpe ll'amici"
9-"u napote tu Vicè'"
10-"u Vicè"
11-"ieu pe moi vau cu lu Vicè!"
12-"Frammassone"
13-"u Preside lassafammè"

MINORANZA:
1-"u professore ca nu sape te pulitica!"
2-"a capi banda!"
3-"Orso Yogi"
4-"Mr Burms"
5-"Ci mme piace du Ferilli!"
6-"Jeu suntu tu PDL ma u Vicè me stizza!"
7-"Li morti soi e de li piscaturi!"

In panchina (mica tanto):
8-De Tommasi - "Vilenu intra li musi"
9-Pindinelli - "Sangu pacciu"
10-DinoMagno - "Mister X"

FORETECAPUUUUUUUUUU!
Un circo!

Modificato da - asciuga-palloni on 01/10/2008 08:15:49
 Paese: Falkland Islands  ~  Invii: 52  ~  Membro da: 14/09/2008  ~  UltimaVisita: 27/04/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

malatrone
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  11:17:03  Mostra Profilo  Aggiungi malatrone alla Lista Amici
Gioco a premi.



Vince chi indovina tutto.



 Paese: Italy  ~  Invii: 29  ~  Membro da: 17/09/2008  ~  UltimaVisita: 02/01/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

busehexe
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  11:17:10  Mostra Profilo  Aggiungi busehexe alla Lista Amici
grazie a Elio per l'intervento
alcune cose non mi sono del tutto chiare (per esempio, la questione SETA), ma probabilmente è colpa mia perchè non conosco bene tutta la storia....

ho letto con grande attenzione la relazione di Antonella e i commenti di Elio.....e stanotte ho avuto gli incubi.....

mi domando: ma loro (dipendenti comunali, funzionari, consiglieri, assessori e sindaco) la notte riescono a dormire?



___________________________________________________
Amerai sempre il mare, uomo libero. E' il tuo specchio.
 Paese: Italy  ~  Invii: 205  ~  Membro da: 20/02/2008  ~  UltimaVisita: 11/06/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

paolo73
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  11:26:19  Mostra Profilo  Aggiungi paolo73 alla Lista Amici
Citazione:
asciuga-palloni Inviata - 01/10/2008 : 00:05:11
A questo punto il quadro in Consiglio Comunale è chiaro:

MAGGIORANZA:
1-"Zio Fester Adams"
2-"Fratuma tene u cazzebbu nfacce a chiesa taa Puritate!"
3-"... e jeu tegnu u resort a mienzu campagna!"
4-"Mr. Protezione Civile"
5-"A matalona!"
6-"u curtissimu!"
7-"casi ca nc'ete. Basta cu erge a manu!"
8-"u Veli ca se vinde e scarpe ll'amici"
9-"u napote tu Vicè'"
10-"u Vicè"
11-"ieu pe moi vau cu lu Vicè!"
12-"Frammassone"
13-"u Preside lassafammè"

MINORANZA:
1-"u professore ca nu sape te pulitica!"
2-"a capi banda!"
3-"Orso Yogi"
4-"Mr Burms"
5-"Ci mme piace du Ferilli!"
6-"Jeu suntu tu PDL ma u Vicè me stizza!"
7-"Li morti soi e de li piscaturi!"



Citazione:
malatrone Inviata - 01/10/2008 : 12:17:03
Gioco a premi.


Vince chi indovina tutto.




Allora ci provo, mi esento naturalmente su dinomagno:

MAGGIORANZA:
1-"Zio Fester Adams" -GIUNGATO
2-"Fratuma tene u cazzebbu nfacce a chiesa taa Puritate!"-FEDELE
3-"... e jeu tegnu u resort a mienzu campagna!"-PICCIOLO
4-"Mr. Protezione Civile"-SCARIOLO
5-"A matalona!"- OLTREMARINI
6-"u curtissimu!"-CAIFFA
7-"casi ca nc'ete. Basta cu erge a manu!"- MURRA
8-"u Veli ca se vinde e scarpe ll'amici"-LIACI
9-"u napote tu Vicè'"-ANTONIO BARBA
10-"u Vicè" - BUCCARELLA
11-"ieu pe moi vau cu lu Vicè!"- PADOVANO
12-"Frammassone"- DI MATTINA
13-"u Preside lassafammè"-BENVENGA


MINORANZA:
1-"u professore ca nu sape te pulitica!"- SCHIROSI
2-"a capi banda!"-GRECO
3-"Orso Yogi"-MARIELLO
4-"Mr Burms"-DE MARINI
5-"Ci mme piace du Ferilli!"-FERILLI
6-"Jeu suntu tu PDL ma u Vicè me stizza!"-COPPOLA
7-"Li morti soi e de li piscaturi!"-SCIGLIUZZO

Quanti errori ho fatto?

 Paese: Italy  ~  Invii: 394  ~  Membro da: 22/10/2007  ~  UltimaVisita: 22/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

busehexe
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  11:28:44  Mostra Profilo  Aggiungi busehexe alla Lista Amici
io ci provo:

MAGGIORANZA:
1-"Zio Fester Adams" Venneri
2-"Fratuma tene u cazzebbu nfacce a chiesa taa Puritate!"Fedele
3-"... e jeu tegnu u resort a mienzu campagna!" Picciolo
4-"Mr. Protezione Civile" Scariolo
5-"A matalona!" Oltremarini
6-"u curtissimu!" Caiffa
7-"casi ca nc'ete. Basta cu erge a manu!" Murra
8-"u Veli ca se vinde e scarpe ll'amici" Liaci
9-"u napote tu Vicè'" Barba
10-"u Vicè" Buccarella
11-"ieu pe moi vau cu lu Vice!" Padovano
12-"Frammassone" Di Mattina
13-"u Preside lassafammè" Benvenga

MINORANZA:
1-"u professore ca nu sape te pulitica!" Schirosi
2-"a capi banda!" Greco
3-"Orso Yogi" Mariello
4-"Mr Burms" De Marini
5-"Ci mme piace du Ferilli!" Ferilli
6-"Jeu suntu tu PDL ma u Vicè me stizza!" Coppola
7-"Li morti soi e de li piscaturi!" Scigliuzzo

io e paolo73 abbiamo postato insieme, ma credo che abbia ragione lui.....io di Giungato me ne sono proprio dimenticata....
___________________________________________________
Amerai sempre il mare, uomo libero. E' il tuo specchio.

Modificato da - busehexe on 01/10/2008 11:31:06
 Paese: Italy  ~  Invii: 205  ~  Membro da: 20/02/2008  ~  UltimaVisita: 11/06/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

paolo73
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  11:36:09  Mostra Profilo  Aggiungi paolo73 alla Lista Amici
cara busehexe d'altra parte non è facile ricordarsi di chi non dice mai nulla in consiglio ;)
 Paese: Italy  ~  Invii: 394  ~  Membro da: 22/10/2007  ~  UltimaVisita: 22/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

luigicaiffa
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  11:55:08  Mostra Profilo  Aggiungi luigicaiffa alla Lista Amici
Citazione:
Non volevo intervenire per il momento perchè sono alle prese con la lettura e valutazione della complessa opera di ricostruzione e commento critico della relazione dei revisori da parte di Elio Pindinelli che tutti noi dobbiamo ringraziare per la competenza, la passione ed il grosso impegno che ha profuso in questa delicata e complessa materia.
Di fronte a tanta complessità e a tante problematiche affrontate, con altrettante criticità ed illegittimità rilevate, dove il futuro di Gallipoli appare oltremodo incerto se poniamo mente alla leggerezza con la quale fatti e comportamenti dannosi per la nostra comunità vengono banalizzati con il silenzio e con apparente menefreghismo, assistiamo purtroppo all'intervento di un consigliere che è a dir poco sconcertante per la banalità del suo intervento che non coglie minimamente la gravità del problema riferito al debito SETA.
Credo invece che il Sindaco sull'argomento responsabilmente o furbescamente si defila per non alimentare polemiche perchè credo sia molto preoccupato per tutto il peso che dovrà portare.
Forse è il caso di informare il consigliere che il debito è stato generato da una scellerata attribuzione dell'appalto direttamente senza gara alla società SETA di Piscopiello da parte del Cosiglio Comunale su proposta della Giunta guidata da Venneri; è cresciuto a causa da un lodo arbitrale sul quale vi sono solo ombre per le modalità della sua attivazione, per i componenti che l'hanno deciso, per il contenuto, e non per ultimo per le modalità con il quale è stato smentito dallo stesso Sindaco e dal suo compagno senatore Barba durante la campagna elettorale del 2006;
è "pasciuto" in questi anni per l'enorme massa di interessi che ha generato.
Ora lo stesso Sindaco Venneri che ha generato il disastro, creando il debito, si inorgoglisce e diffonde ottimismo nei confronti dei suoi consiglieri che non si accorgono che li sta prendendo in giro,e, ne sono certo spaccerà un disastro per un grande successo.
E tutti gli crederanno o faranno finta di credergli in questa grande commedia che si sta recitando,dove gli attori sono essi stessi artefici del decadimento morale culturale e affossano le regole che sono alla base del corretto vivere civile.
Oggi il ministro Fitto ha affermato che la base del federalismo per la crescita del Sud è la responsabilizzazione degli amministratori; naturalmente si riferiva alla qualità della spesa che i Comuni generano.
E' possibile, mi chiedo, che un amministratore come il consigliere comunale riesca a concludere, con sconcertante leggerezza che l'effetto del lodo è un " atto concreto" , dando un significato di positività che abbraccia anche i comportamenti passati,banalizzando e nascondendo un grave problema di sperpero di denaro pubblico e un deficit di trasparenza e correttezza?
Spero di aver spiegato quali sono stati i " precedenti episodi" di cui parla il consigliere. L'intervento mi sembrava carente da questo punto di vista

Originariamente inviato da Luigi De Tommasi - 30/09/2008 :  23:35:01


caro (ex)segretario, lei sa' il rispetto che le ho sempre dimostrato e la correttezza con cui mi sono sempre posto sulla sua questione, ma ora mi sorge una domanda, ma lei in tutti gli anni che ha svolto il ruolo di segretario comunale, non le pensava ste belle parole?, non si accorgeva del "danno" che ora vede?, non poteva intervenire ad aiuto del Sindaco e della Giunta?, domande che con modi diversi pongo anche all'ex vice-sindaco Pindinelli che oggi si accorge della questione DEBITI FUORI BILANCIO, questione, correggetemi se sbaglio intervenuta anche durante la sua non breve vita politica ed amministrativa..... i beni comunali che ora tutti tendono a sottolinere che si vendono, si mettono all'asta non credo siamo un'usanza, un modo di fare dell'amministrazione odierna....a dimenticavo!!!, solo noi siamo brutti e cattiva...e nel mio caso anche bassissimo. Allora decidiamo in primo luogo se questa situazione e' sbagliata lo e' sempre stata errata, se non lo e' stata ieri..perche' lo e' per forza di cose oggi???? dai siamo onesti...ripeto criticare, dire che non si capisce, che non si e' seri e' facile...facilissimo...ma guardiamo prima noi e poi giudichiamo gli altri....
PS: io lancio di sicuro la prima pietra, non sono DIO, anche io ho peccato, e di certo non mi nascondo.... rimarro' solo??? se vi puo' aiutare ad ammettere le vostre colpe...mi candido alla lapidazione
un abbraccio a tutti.......
 Paese: Italy  ~  Invii: 98  ~  Membro da: 18/09/2008  ~  UltimaVisita: 17/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

democratico
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  16:06:58  Mostra Profilo  Aggiungi democratico alla Lista Amici
Caro Consigliere Caiffa, lascia stare se, chi, come e quando sono avvenuti i misfatti denunciati da Elio Pindinelli o da De Tommasi. Non guardare il dito che indica la luna, come fanno gli sciocchi, ma guarda la luna. In questo caso guarda i debiti, chi li ha generati, e poi trai le conseguenze. Fra qualche settimana arriveranno nelle case dei cittadini di Gallipoli le cartelle esattoriale della TARSU aumenmtate a causa delle scelte scellerate del Sindaco Venneri nella precedente consiliatura. Lo so che il sindaco darà la colpa al Commissario, sperando che i cittadini, anche in quel caso, guardino al dito e non alla luna. Ma ormai lo sanno tutti: il commissario ha dovuto aumentare le tasse per coprire i buchi della precedente amministrazione. Dovresti chiedere al tuo sindaco di rassegnare le dimissioni. Lo so che non lo farai, sei anche tu attaccato a quella poltrona, ma sappi che anche tu, estraneo alla vecchia amministrazione, ti stai assumendo ora le tue responsabilità, davanti ai cittadini ed alla ... Corte dei Conti.
 Paese: Italy  ~  Invii: 42  ~  Membro da: 01/03/2008  ~  UltimaVisita: 23/01/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

luigicaiffa
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  17:00:21  Mostra Profilo  Aggiungi luigicaiffa alla Lista Amici
Citazione:
ma sappi che anche tu, estraneo alla vecchia amministrazione, ti stai assumendo ora le tue responsabilità, davanti ai cittadini ed alla ... Corte dei Conti.

Originariamente inviato da democratico - 01/10/2008 :  18:06:58



quindi se ci dimettiamo arrivano i salvatori della patria........ sul cavallo bianco magari...
 Paese: Italy  ~  Invii: 98  ~  Membro da: 18/09/2008  ~  UltimaVisita: 17/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

luigicaiffa
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  17:02:41  Mostra Profilo  Aggiungi luigicaiffa alla Lista Amici
Citazione:
Caro Consigliere Caiffa, lascia stare se, chi, come e quando sono avvenuti i misfatti denunciati da Elio Pindinelli o da De Tommasi. Non guardare il dito che indica la luna, come fanno gli sciocchi, ma guarda la luna.
Originariamente inviato da democratico - 01/10/2008 :  18:06:58


e scusa tanto la domanda "Democratico", ma tu e tutti gli altri iscritti al forum dove eravate quando si guardava il dito e non alla LUNA???????????????????????????????????????????????????
 Paese: Italy  ~  Invii: 98  ~  Membro da: 18/09/2008  ~  UltimaVisita: 17/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

gazzella 54
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 01/10/2008 :  17:55:16  Mostra Profilo  Aggiungi gazzella 54 alla Lista Amici
Citazione:
non si accorgeva del "danno" che ora vede?, non poteva intervenire ad aiuto del Sindaco e della Giunta?, domande che con modi diversi pongo anche all'ex vice-sindaco Pindinelli che oggi si accorge della questione DEBITI FUORI BILANCIO, questione, correggetemi se sbaglio intervenuta anche durante la sua non breve vita politica ed amministrativa..... i beni comunali che ora tutti tendono a sottolinere che si vendono, si mettono all'asta non credo siamo un'usanza, un modo di fare dell'amministrazione odierna....a dimenticavo!!!, solo noi siamo brutti e cattiva...e nel mio caso anche bassissimo.

PS: io lancio di sicuro la prima pietra, non sono DIO, anche io ho peccato, e di certo non mi nascondo.... rimarro' solo??? se vi puo' aiutare ad ammettere le vostre colpe...mi candido alla lapidazione
un abbraccio a tutti.......

Originariamente inviato da luigicaiffa - 01/10/2008 : 12:55:08

Ehi bello attento quando parli di Elio Pindinelli. Lavati prima la bocca. Soprattutto quando dici ca@@ate come la vendita degli immobili che ha fatto il tuo Sindaco Venneri (dopo l'uscita di Pindinelli) e Barba.
Per ricordarti la caratura e serietà di Pindinelli e la sua storia anche da Vicesindaco ti dò la possibilità di leggere il famoso dossier pubblicato da Elio Pindinelli nel giugno del 2003. Leggi attentamente e rifletti. Ma conoscendoti non so se sei in grado di comprendere. Non hai neanche capito la questione del danno erariale che sembra questione complessa per te. Qui la questione è sul danno erariale fatto al comune con questa finanza allegra praticata dal tuo Sindaco.

Per leggere il dossier: http://gazzella54.altervista.org/index.html
 Paese: Italy  ~  Invii: 686  ~  Membro da: 21/02/2008  ~  UltimaVisita: 31/03/2012 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

b.palumbo
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  10:52:08  Mostra Profilo  Aggiungi b.palumbo alla Lista Amici
Dove eravamo noi forumisti - si chiede il consigliere comunale Luigi Caiffa - quando accadevano gli eventi su descritti?
Io, forumista di oggi, so dov'ero: all'opposizione in consiglio comunale, come capogruppo consiliare, a ricordare ai colleghi consiglieri di maggioranza, alla giunta ed allo stesso Sindaco - e i verbali delle sedute mi sono testimoni - come certi sciagurati atti avrebbero portato alla rovina economica ed a numerosi debiti fuori bilancio, purtroppo verificatisi, che ricadranno inesorabilmente nelle tasche di noi semplici cittadini di Gallipoli.
Dov'era invece l'allora semplice cittadino ed ora consigliere comunale Luigi Caiffa? Ad esaltare le eroiche gesta dell'amministrazione comunale? Mi auguro che non si beasse della vendita degli immobili del Comune: a tale proposito, vorrei solo ricordargli che a seguito del dissesto degli anni novanta, l'amministrazione comunale dell'epoca non mise certo in vendita gli immobili.
Tale vendita si è attuata sistematicamente solo con l'amministrazione Venneri ed è proseguita con quella Barba.
Gli immobili comunali, però, prima o poi finiscono, ma i debiti rimangono. Vuole dirci il consigliere Caiffa come si risolverà la questione della mancata acqusizione del prezzo della vendita dell'immobile di via Chiaiese ( Barba Sindaco decide di vendere e..... Buccarella futuro consigliere acquista) e dell'immobile degli ex Paolotti?
Lui che sta in maggioranza e che ha fiducia nell'operato del Sindaco dovrebbe ben sapere queste cose: ed allora ci informi, come deve fare ogni consigliere comunale, di maggioranza o di opposizione.
Noi consiglieri comunali dell'allora opposizione in aula e fuori aula protestammo vigorosamente contro l'affidamento senza alcuna gara pubblica al consorzio Seta del servizio di nettezza urbana; ma quell'amministrazione Venneri la votò in pieno; e mi risulta che nonostante il partito di AN fosse contrario i suoi consiglieri non seguirono quel deliberato del loro partito.
Oggi i risultati di quello sciagurato affidamento si vedono tutti: indebitamento del Comune, condanna dell'ente nel lodo, pagamenti e prossimo aumento delle tasse a danno dei cittadini. E non ci vengano a dire che è colpa del Commissario prefettizio; le scelte sono state fatte prima: nessun commissario avrebbe operato come ha fatto l'amministrazione del tempo.
Veda, consigliere Caiffa: io non ho il piacere di conoscerla. Tuttavia, molto pacatamente, le consiglio di informarsi per bene, di non dire" tanto le cose le facevano gli altri prima, non è poi così grave peccato se anche chi viene dopo fa le stesse cose". Ammesso che uno ha sbagliato prima, non è detto che chi lo segue deve fare gli stessi errori, o peggiorare la situazione; anzi deve darsi da fare per eliminare le gravi conseguenze.
Capisco il noviziato, ma si informi, informi i cittadini delle sue iniziative; si legga, e se lo ha fatto se li ripassi, il regolamento per il funzionamento del consiglio comunale e lo statuto comunale e scoprirà come ogni consigliere comunale, di maggioranza o di opposizione, ha il potere di iniziativa su argomenti e su delibere, proponendole nelle apposite commissioni consiliari, che non devono essere riunite solo in prossimità dei consigli comunali, ma che hanno ampio potere di proposta.
Scherzi di meno, perchè c'è poco da scherzare, sapendo che i problemi della città sono tanti e di non facile soluzione; non si limiti ad alzare la mano, ma continui a discutere e cerchi di far valere la sua posizione.
Il compito del consigliere comuale non finisce con l'elezione ("mi hanno eletto e sto qui bene per cinque anni"), ma inizia con questa ed è sempre più difficile.
Le auguro buon lavoro, ma mi creda, faccia di tutto per non essere indisponente.
 Paese: Italy  ~  Invii: 35  ~  Membro da: 06/05/2008  ~  UltimaVisita: 11/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

asciuga-palloni
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  12:02:39  Mostra Profilo  Aggiungi asciuga-palloni alla Lista Amici
Citazione:

Noi consiglieri comunali dell'allora opposizione in aula e fuori aula protestammo vigorosamente contro l'affidamento senza alcuna gara pubblica al consorzio Seta del servizio di nettezza urbana; ma quell'amministrazione Venneri la votò in pieno; e mi risulta che nonostante il partito di AN fosse contrario i suoi consiglieri non seguirono quel deliberato del loro partito.
Originariamente inviato da b.palumbo - 02/10/2008 :  11:52:08



...... ed infatti mi pare che non ci siano consiglieri comunali di AN, nell'attuale maggioranza.

Se li consoci li eviti!

Assessori di AN si, invece!
Ma quelli li si può cambiare come le mutande sporche, quando capita!
 Paese: Falkland Islands  ~  Invii: 52  ~  Membro da: 14/09/2008  ~  UltimaVisita: 27/04/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

paolo73
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  13:26:23  Mostra Profilo  Aggiungi paolo73 alla Lista Amici
chi erano i consiglieri di An all'epoca? Barba e Diamante + Calvi?
 Paese: Italy  ~  Invii: 394  ~  Membro da: 22/10/2007  ~  UltimaVisita: 22/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

dinomagno
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  14:20:51  Mostra Profilo  Aggiungi dinomagno alla Lista Amici
Confermo
 Paese: Italy  ~  Invii: 320  ~  Membro da: 16/03/2008  ~  UltimaVisita: 25/11/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

b.palumbo
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  14:29:02  Mostra Profilo  Aggiungi b.palumbo alla Lista Amici
I consiglieri comunali di AN all'epoca dell'affidamento del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti al Consorzio Seta erano Giuseppe Barba e Marisa Diamante. Corrado Calvi era già uscito da An e stava all'opposizione.
Maggiori informazioni sull'argomento possono essere fornite da Elio Pindinelli.
Per aggiungere colore alla questione, posso ricordare che ai consiglieri comunali le "carte" furono passate neanche 36 ore prima della discussione in consiglio comunale, a dimostrazione che anche allora (novembre 2002) l'amministrazione Venneri si comportava come oggi.
 Paese: Italy  ~  Invii: 35  ~  Membro da: 06/05/2008  ~  UltimaVisita: 11/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  15:27:12  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici
Caro Biagio la storia la conosci benissimo. Tra l'altro quel furfantello di Gazzella54 ha pubblicato il mio dossier del 2003 che tu conosci benissimo e dove proprio a pagina 5 vi è il riferimento al fattaccio della Seta. AN aveva protestato per mezzo dell'on. Mantovano contro il Commissario Leopizzi che aveva fatto acquistare le azioni della Seta alla chetichella e nonostante che il Consiglio comunale fosse caduto proprio su quella questione. Il consiglio direttivo di AN aveva bocciato la proposta della maggioranza di consegnare l'appalto senza gara a Piscopiello e compagni. Tale decisione era stata acquisita anche dai due consiglieri comunali rimasti: Diamante e Barba. Invece, il giorno dopo prima di entrare in Consiglio comunale, nonostante le mie stridule proteste, che avrai sentito pure tu, mi comunicò con arroganza che il Consiglio era sovrano e che loro avrebbero votato a favore nonostante l'indicazione del direttivo. Ma ormai quei signori andavano da tempo a ruota libera contrattando direttamente e volta per volta con il sindaco Venneri. Penso che quello sia stato il tradimento più infame fatto all'elettorato di Gallipoli.
 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

sognatore
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  15:45:52  Mostra Profilo  Aggiungi sognatore alla Lista Amici
...d'altra parte quelle che Elio Pindinelli definisce, giustamente, contrattazioni a ruota libera hanno ancor oggi dato i loro frutti permettendo a Giuseppe "gira la ruota" di tornare nel mondo dorato dell'amministrazione comunale, pur avendo fallito per due volte l'elezione diretta a consigliere, mentre l'altra consigliera ancora una volta e li li ad aspettare qualche defenestramento che la possa far entrare in consiglio nonostante non raggiunga mai un bottino di voti all'altezza...
 Paese: Italy  ~  Invii: 51  ~  Membro da: 30/04/2008  ~  UltimaVisita: 20/06/2011 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

paolo73
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  16:33:27  Mostra Profilo  Aggiungi paolo73 alla Lista Amici
Citazione:
malatrone Inviata - 01/10/2008 : 12:17:03
Gioco a premi.

Vince chi indovina tutto.



....ma ho vinto secondo te...?
 Paese: Italy  ~  Invii: 394  ~  Membro da: 22/10/2007  ~  UltimaVisita: 22/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

malatrone
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  21:53:27  Mostra Profilo  Aggiungi malatrone alla Lista Amici
Citazione:
Citazione:
malatrone Inviata - 01/10/2008 : 12:17:03
Gioco a premi.

Vince chi indovina tutto.



....ma ho vinto secondo te...?

Originariamente inviato da paolo73 - 02/10/2008 :  18:33:27



Hai vinto.

Se qualche anima pia mi manda le foto di Padovano, Benvenga, Greco, Mariello, De Marini e Scigliuzzo completiamo il quadretto.

La mia mail è qui


 Paese: Italy  ~  Invii: 29  ~  Membro da: 17/09/2008  ~  UltimaVisita: 02/01/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

libero
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  22:32:18  Mostra Profilo  Aggiungi libero alla Lista Amici
Paolo ,malatrone ti ha preso in giro !
Ti ha detto che hai vinto ma non vedo nessuna ricompensa.
 Paese: Italy  ~  Invii: 326  ~  Membro da: 09/07/2008  ~  UltimaVisita: 20/03/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

paolo73
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 02/10/2008 :  23:37:06  Mostra Profilo  Aggiungi paolo73 alla Lista Amici
...ma figurati basta l'onore e la gloria....
 Paese: Italy  ~  Invii: 394  ~  Membro da: 22/10/2007  ~  UltimaVisita: 22/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

disma
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 03/10/2008 :  16:47:34  Mostra Profilo  Aggiungi disma alla Lista Amici
salve a tutti...voglio presentarVi la mia Santità con una serie di provocazioni:
1) perchè continuare a parlare del Bilancio?...le veriufiche contabili sono state, sono e sarnno occasioni di "equilibri " all'interno della maggioranza...quando mai una minoranza ha fatto cadere un governo con argomentazioni tecniche senza l'ausilio di qualche membro della maggioranza rimasto scontento???...

2) perchè (mi chiedo) questi ns cari consiglieri di minoranza non vogliono parlare di argomenti assai più interessanti che più di un bilancio potrebbero verificare la stabilità politica dell'amministrazione Venneri/Barba?...quali?
- Gara appalto spazzatura
- Ente Parco
- Premio Barocco
per ora basano?
 Paese: Italy  ~  Invii: 27  ~  Membro da: 02/10/2008  ~  UltimaVisita: 12/01/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

dinomagno
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 03/10/2008 :  18:25:17  Mostra Profilo  Aggiungi dinomagno alla Lista Amici
Citazione:
1) perchè continuare a parlare del Bilancio?...le veriufiche contabili sono state, sono e sarnno occasioni di "equilibri " all'interno della maggioranza...quando mai una minoranza ha fatto cadere un governo con argomentazioni tecniche senza l'ausilio di qualche membro della maggioranza rimasto scontento???...
Originariamente inviato da disma - 03/10/2008 :  17:47:34



La tua osservazione ha un punto critico. Tu miri a far cadere un'amministrazione. E prefiguri scenari che possano provocare la spaccatura della maggioranza.
L'obiettivo penso che dovrebbe essere quello di pretendere una sana amministrazione secondo la legge. Ciò per evitare che noi gallipolini paghiamo le conseguenze del fallimento economico del Comune. Ti bastano gli esempi di Taranto e l'ultimissimo di Catania? Il bilancio è certamente tecnico ma anche atto politico di una amministrazione. E l'aver rilevato danni erariali significa che qualcuno dei responsabili deve pagare di tasca propria e non con le tasche dei cittadini.
Secondo me si sbaglia quando si sottovalutano queste cose. E' di questi giorni la notizia dell'aumento dell'Euribor che è il riferimento per i tassi di interesse sui mutui. Il comune ha una perdita al 31.12.2007 di 832.000 e con questi livelli dell'Euribor penso che il bilancio del comune sta già in sofferenza di oltre 1.000.000 di euro solo per i derivati. Mettici il mancato introito degli immobili, le partite più o meno fasulle dichiarate in bilancio in aumento, il debito seta (il Sindaco ha assicurato una transazione per 1.400.000 (ci credo poco ad eccezione che gatta ci cova).
Insomma facciamo litigare i politici sulle questione politiche ma noi cittadini vigiliamo sulla trasparenza degli atti sulla loro legalità e pretendiamo di essere ascoltati in tutte le sede per difendere i nostri diritti e le nostre tasche.
 Paese: Italy  ~  Invii: 320  ~  Membro da: 16/03/2008  ~  UltimaVisita: 25/11/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

busehexe
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 03/10/2008 :  18:40:03  Mostra Profilo  Aggiungi busehexe alla Lista Amici
bravo dinomagno, sono d'accordo con te
l'obiettivo non è fare cadere questa maggioranza o un'altra
l'obiettivo è avere una amministrazione corretta

e soprattutto fare vedere ai politici (di tutti i partiti) che i cittadini vogliono sapere e capire e che giudicano
fantascienza???
io spero di no

___________________________________________________
Amerai sempre il mare, uomo libero. E' il tuo specchio.
 Paese: Italy  ~  Invii: 205  ~  Membro da: 20/02/2008  ~  UltimaVisita: 11/06/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

disma
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 04/10/2008 :  11:06:56  Mostra Profilo  Aggiungi disma alla Lista Amici
Speravo di avere una risposta autorevole, tecninca ed attenta...che arrivi da dinomagno mi lusinga particolarmente...(e lo dico senza piaggeria alcuna ndr)
A mio avviso occorre valutare ogni affermazione sulle possibilità di amministrazione senza preconcetti soggettivi...è della cosa pubblica che si parla non di una azienda privata!!!...in azienda i debiti non si superano con le polemiche di parte e/o di partito, ma con la capacità di fare...al cittadino che faccia la sinistra o la destra non importa più!!!...(quello è un problema di chi con la politica "vive e mangia")
Il problema di questa come di altre maggioranze è che non hanno la capacità di fare e procettare per Gallipoli...un progetto di città è necessario non a parole (cari Barba, Venneri, Fasano, Coppola e De Marini) ma concreto, fattivo e fattibile...intervenire politicamente ed aministrativamente sui tre punti che mi sono permesso di evidenziare a mio sommesso avviso permetterebbe a qualsiasi amministrazione (di destra, centro o sinistra) di fare cassa e servizio...quella cassa che manca al bilancio e quel servizio che manca alla politica pura...caro dinomagno.
Allora mi chiedo siamo qui per puntare il dito e fare polemica su fatti sicuramente seri, sicuramente importanti, sicuramente gravi...ma che non producono altro che parole...tante belle parole tecniche, documentate ma improduttive di soluzioni concrete...tante belle parole volte spesso ad alleviare le frustrazioni di chi non ha la possibilità di amministrare e si limita a criticare chi amministra e non ha la capacità di farlo?...(comportamento da gallipolino puro sangue)
IO NO! non voglio nè una maggioranza diversa nè una caduta dell'aministrazione...non mi interessa chi amministra!!! a me o amministra la destra o il centro o la sinistra non cambia nulla...vorrei solo che i 20 eletti o almeno una parte di essi abbiamo le palle di proporre soluzioni concrete e non parole...e mi sono iscritto nel forum pensando di poter dare un contributo alla mia speranza.

 Paese: Italy  ~  Invii: 27  ~  Membro da: 02/10/2008  ~  UltimaVisita: 12/01/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

luigicaiffa
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 04/10/2008 :  11:36:05  Mostra Profilo  Aggiungi luigicaiffa alla Lista Amici
disma hai perfettamente ragione...le critiche non accompagnate da progetti non portano a nulla....attendo con gioia di leggere i tuoi propositi e le tue idee...
 Paese: Italy  ~  Invii: 98  ~  Membro da: 18/09/2008  ~  UltimaVisita: 17/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina
Pag. di 4 Discussione Precedente: ok ragazzi è giunta l''ora di salutarvi Discussione Discussione Successiva: Juke-box  
 Vers.Stampabile
Pagina Successiva
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 1,38 secondi Powered By: Snitz Forums 2000