Salento Virtuale
Benvenuto nel Forum.
Nome utente:
Password:
Salva la password


Registrazione
Selezione lingua

Hai dimenticato la Password?
  Home   Forums   Calendario Eventi   Responsabili   Libro Ospiti   FAQ     Registrazione
Discussioni Attive | Sondaggi Attivi | Risorse | Utenti | Utenti Connessi | Catalogo Avatar | Cerca
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 44 ]  [ Totale: 44 ]  [ Membro più recente: WelcsGome ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i Forum
 Gallipoli Virtuale
 Gallipoli Virtuale
 Correttezza dell'Amministrazione Comunale-parte 2
(anche qui: Ospite)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Il Voto non è ammesso per questa Discussione.
Pagina Successiva
 Vers.Stampabile
Autore Discussione Precedente: Appello ad Elio Pindinelli Discussione Discussione Successiva: Questo forum è morto?
Pag. di 11

brenno
Moderatore



Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 30/10/2008 :  11:40:13  Mostra Profilo  Aggiungi brenno alla Lista Amici
allora, ecco la nuova discussione, si continua da qui.
per comodità vi linko l'ultima pagina della vecchia discussione:

http://forum.salentovirtuale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1729&whichpage=24

buon lavoro

__________________________________________
Posso resistere a tutto ma non alle tentazioni

Modificato da - brenno on 30/10/2008 11:43:07
 Illustre conforumiano
 Paese: Italy  ~  Invii: 1365  ~  Membro da: 25/07/2001  ~  UltimaVisita: 29/10/2019 -> Moderatore 

abatem83
Advanced Member


Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 30/10/2008 :  11:49:30  Mostra Profilo  Aggiungi abatem83 alla Lista Amici
Io sono uno degli utenti che non riesce ad entrare mediante il nick nella discussione precedente. Ci entro comodamente senza registrazione, come anonimo per intenderci. Ho provato a cambiare il nick in abatem84. Ma è la stessa cosa. C'è qualcosa che non quadra. Gradirei sentire anche glia latri utenti.

Comunque volevo inserire un mio intervento che è il seguente:

La ditta Vivai Giuranna vuole un risarcimento danni di € 300.000 per il mancato rilascio del permesso di costruire un gazebo in muratura di metri 4 x4 localizzato sulla rotatoria per Lecce.
La ditta Giuranna risulta concessionaria dell’area centrale e laterale della rotatoria sulla Via per lecce in base alla delibera di G.C. n. 282 del 29 luglio 2004 http://www.comune.gallipoli.le.it/Controller?service=viewDoc&openfile::0::id=1762 modificata con successiva delibera n.310 del 16 settembre 2004 http://www.comune.gallipoli.le.it/Controller?service=viewDoc&openfile::0::id=1808 Con successiva deliberazione n. 3 dell'11 gennaio 2007 http://www.comune.gallipoli.le.it/Controller?service=viewDoc&openfile::0::id=3578
è stata ridefinita la sistemazione dell'area in concessione secondo l'elaborato presentato nel novembre 2007 ed è stato approvato lo schema di contratto rogato il 12/3/2007 (rep. 2532).
La stssa ditta Giuranna aveva richiesto il permesso di costruire che gli è stato negato con provvedimento in data 10 aprile 2008 in quanto in contrasto con le previsioni di cui all'art. 28 delle NTA del nuovo PRGC approvato con delibera della GR 9/10/2007.
Il Consiglio Comunale con delibera n. 16 del 18/07/2008 http://www.comune.gallipoli.le.it/Controller?service=viewDoc&openfile::0::id=5118
ha adottato apposita variante variante al PRGC. In base a questa delibera sembrava risolta la situazione anche se nessuno aveva detto ai Consiglieri (mi sembra) che già l’ 11/04/2008 aveva adito il TAR contro il provvedimento di diniego.
Nonostante quindi sembrasse tutto appianato con la delibera del Consiglio comunale di variante al PRG il Comune con delibera n..120 del 03/10/2008 http://www.comune.gallipoli.le.it/Controller?service=viewDoc&openfile::0::id=5273
si è dovuto costituire in giudizio davanti al Tar per contrastare il ricorso della ditta Vivai Giuranna.
Questa la storia fin troppo simile alla concessione del parco di via Trento alla ditta Tunno. Questione che è incredibilmente bloccata da anni e con una costruzione abusiva su cui non si prendono provvedimenti.
Penso (e a pensar male forse si fa peccato ma qualche volta ci si azzecca) che la questione portata davanti al tar con l’avvocatura comunale deve risolvere qualche problema che altrimenti non sarebbe risolvibile. Perché se tutto è a posto basterebbe rilasciare il permesso di costruire per disinnescare il TAR.
A questo punto sarei curioso di capire attraverso il grafico quali sono le zone laterali alla rotatoria concesse a Giuranna.
C’è il verde di rispetto stradale. Che facciamo lo eliminiamo? E poi quanti metri quadrati sono? E la decorrenza del contratto è dal marzo 2007? E il pregresso, visto che la ditta ha fatto la manutenzione e penso anche la piantumazione degli alberi?
E impianterà anche il cartello pubblicitario 3x6 e i quattro previsti di metri 2x4? E la originaria decorrenza dal 2004 di anni sei di concessione che fine farà?
Faccio qui una previsione: il Comune ne uscirà ancora con le ossa rotte e noi contribuenti pagheremmo anche sta volta…e senza fiatare. Mi stupisce che i consiglieri comunali (tutti di maggioranza e opposizione abbiano approvati la delibera di variante al PRG senza guardare le carte.
 Paese: Italy  ~  Invii: 417  ~  Membro da: 14/03/2008  ~  UltimaVisita: 17/12/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

kashiwara
Advanced Member



Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 31/10/2008 :  10:43:36  Mostra Profilo  Aggiungi kashiwara alla Lista Amici
Citazione:
Posso solo confermare la predisposizione di una proposta di delibera da parte dei consiglieri di opposizione e in questo caso da parte del consigliere Ferilli per impegnare l'Amministrazione comunale a far sì che il Premio Barocco possa ritornare a svolgersi a Gallipoli.

N.b. L'opposizione (PD, Udc, Grande Gallipoli e Noi ci siamo) sta richiedendo o ha richiesto la convocazione di un consiglio comunale per discutere tra l'altro del piano coste comunale, del servizio di nettezza urbana, e di alcune interrogazioni di cui due già pubblicate sul forum da A. Greco, T. Scigliuzzo.

Originariamente inviato da callipolis - 31/10/2008 :  11:26:09



Citazione:
Citazione:
[...] N.b. L'opposizione (PD, Udc, Grande Gallipoli e Noi ci siamo) sta richiedendo o ha richiesto la convocazione di un consiglio comunale per discutere tra l'altro del piano coste comunale, del servizio di nettezza urbana, e di alcune interrogazioni di cui due già pubblicate sul forum da A. Greco, T. Scigliuzzo.

Originariamente inviato da callipolis - 31/10/2008 :  11:26:09



... Edilizia Popolare e Campetto di calcio di periferia?

Originariamente inviato da kashiwara - 31/10/2008 :  11:33:33



Citazione:

No. Commissione pari opportunità e Mercato ittico all'ingrosso. Il campetto di calcio di periferia è di Schirosi, e me ne ero pure dimenticato. Quella sull'edilizia popolare al momento la ignoro, ma credo che Tommaso me ne abbia fatto cenno.

Originariamente inviato da callipolis - 31/10/2008 :  11:36:02



.... senti un pò Callipolis, ma della riunione della maggioranza di ieri, che ne sai? ... ho avuto notizia di una grossa sfuriata di Liaci per la questione dell'occupazione di suolo pubblico .......

 Illustre conforumiano
 Paese: Italy  ~  Invii: 1804  ~  Membro da: 31/08/2007  ~  UltimaVisita: 03/09/2013 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

callipolis
Moderatore


Stato: Sconnesso

 Spedito - 31/10/2008 :  10:47:48  Mostra Profilo  Aggiungi callipolis alla Lista Amici
Mi è stato riferito che la sfuriata riguardava altro argomento, credo fosse attinente alla Commissione commercio e riguardava lo zio assessore e il nipote consigliere. Però di preciso non so nulla.

Sto diventando pettegolo.

N.b. Se posso stasera mi procuro le proposte di delibera e le pubblico sul forum. Ora devo andare.

Ciao callipolis.










_______________________
.....in medio stat virtus.....
 Paese: Italy  ~  Invii: 866  ~  Membro da: 08/03/2008  ~  UltimaVisita: 04/05/2013 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

kashiwara
Advanced Member



Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 31/10/2008 :  10:50:34  Mostra Profilo  Aggiungi kashiwara alla Lista Amici
Citazione:
[....] Sto diventando pettegolo.

Originariamente inviato da callipolis - 31/10/2008 :  11:47:48



.... ehi, qui non si tratta di essere pettegoli ..... stiamo parlando di res-pubblica, riguarda tutti noi .... pardon, voi.

Aggiungo ancora: si è parlato ancora di Via Chiaiese e di tempeste all'orizzonte? .... pare che l'Onorevole stia gonfiando come un vulcano in eruzione ......

 Illustre conforumiano
 Paese: Italy  ~  Invii: 1804  ~  Membro da: 31/08/2007  ~  UltimaVisita: 03/09/2013 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

luigicaiffa
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 31/10/2008 :  12:59:23  Mostra Profilo  Aggiungi luigicaiffa alla Lista Amici
Citazione:
Mi è stato riferito che la sfuriata riguardava altro argomento, credo fosse attinente alla Commissione commercio e riguardava lo zio assessore e il nipote consigliere. Però di preciso non so nulla.

Sto diventando pettegolo.

Ciao callipolis.

Originariamente inviato da callipolis - 31/10/2008 :  11:47:48


nemmeno io so' nulla in merito, deve essere sicuramente una bugia
 Paese: Italy  ~  Invii: 98  ~  Membro da: 18/09/2008  ~  UltimaVisita: 17/04/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

abatem83
Advanced Member


Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 31/10/2008 :  13:21:25  Mostra Profilo  Aggiungi abatem83 alla Lista Amici
Il 16 ottobre scorso la Giunta comunale ha adottato la delibera 134 con all’oggetto: T.A.R. per la Puglia - Sezione di Lecce. Motivi aggiunti al ric. n.980/06 ''Azienda Faunistico Venatoria Diana c/ Comune di Gallipoli''. Conferimento incarico legale"
http://www.comune.gallipoli.le.it/Controller?service=viewDoc&openfile::0::id=5275

Dal contenuto della delibera si conosce lo stato della vertenza dell’Azienda faunistico Venatoria Diana (quella della famiglia Ravenna per capirci.). Avvocato dei Ravenna Gianluigi Pellegrino (figlio del Presidente della Provincia)
Si conosce poi la richiesta di risarcimento danni richiesto al Comune e alla Regione Puglia per € 1.000.000.
Pellegrino insiste, dopo aver perduto davanti alla Corte Costituzionale, nel chiedere l’annullamento, previa sospensiva, degli atti della conferenza dei servizi per l’istituzione dell’area naturale protetta ex art. 6 L.R. 19/97 “parco regionale Isola di S. Andrea”- Litorale di Punta Pizzo (per gli atti di questa vertenza vedere sul sito del tar lecce il ricorso 980 del 2006)
Questa vertenza ha una valenza di primaria importanza in quanto si colloca surrettiziamente nella vicenda della Valtur.
Il tentativo è forse quello di ottenere la sospensiva sulla istituzione dell’area naturale protetta in modo da poter costruire il villaggio Valtur.
La riserva di caccia allora è strumentale a tale disegno?
Certo è che si muovono i potentati economici (ma anche politici) e prevedo una loro vittoria.
Non perché possano avere ragione (la verità processuale potrebbe essere diversa dalla Verità) ma perché con i soldi (Tanti, tantissimi anzi) si possono percorrere vie giudiziarie in cui è difficile capire dove sta l’indipendenza della magistratura e la diligenza della Pubblica amministrazione nel difendere le ragioni della collettività.
Penso che in vicende similari è facile immaginare l’interesse delle camerille affaristiche che più della mafia depauperano il territorio ed impoveriscono gli interessi primari delle popolazioni.
Mie fantasticherie? Spero di si. In ogni caso non vedo chi potrà contrastare questi potentati. La politica è debole e molto spesso collusa con i poteri economici.
Né vedo nella collettività gallipolina l’interesse vero a difendere il proprio territorio e l’integrità del proprio ambiente naturale.
 Paese: Italy  ~  Invii: 417  ~  Membro da: 14/03/2008  ~  UltimaVisita: 17/12/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 03/11/2008 :  13:35:39  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici
Leggo si Lecceprima un pezzo firmato da Vittorio Calosso in cui è trasfuso un sorprendente intervento del Sindaco Venneri che, pur non facendo nomi, mi porta a riferimento delle sue lamentele. http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=11323
E' l'occasione insomma per annunciare la transazione con la SETA per un milione e 300 mila euro. Notizia se non sbaglio già anticipata su questo forum ma di cui non si conosce l'atto concreto per poterne dare una lettura più attenta. Per il Sindaco occorre accontentarsi solo delle sue dichiarazioni.
“Abbiamo archiviato e risolto un problema” dice il sindaco Giuseppe Venneri, Una vicenda che ha testimoniato da un lato il grande pragmatismo di questo esecutivo e dall’altro i tentativi, che continuano a dimostrarsi sempre più sterili, di chi è costretto a usare toni allarmistici per spuntare qualche passaggio sui media”.
Ecco onsomma come arriva subito a me. Capisco che non vede altri oppositori in giro e che evidentemente le mie osservazioni sui riequilibri di bilancio e sugli SWAP lo abbiano innervosito al punto da considerrmi (nonostante le parole) un oppositore di rango, visto che sente la necessità di lanciare le sue stoccate.
Un metodo terroristico questo che evita il confronto sui dati e gli elementi di valutazione (anche di metodo e di legittimità sugli atti prodotti dalla pubblica amministrazione) per inscenare una lamentazione propria del personaggio che ormai tutti hanno imparato a conoscere: "Il sindaco sottolinea infatti come la transazione e quindi la chiusura del lodo-Seta debbano servire da monito per esternazioni future sulla situazione contabile dell’Ente. “Per tanto tempo” continua il primo cittadino, “abbiamo sentito le solite préfiche ed i soliti allarmisti, accompagnati in queste settimane anche da improvvisati economisti, gridare alla catastrofe, al collasso finanziario ed alla voragine debitoria del Comune, ignorando che al governo della città vi è un’Amministrazione comunale che sta dimostrando con i fatti di lavorare nell’interesse collettivo, usando il metodo del buon padre di famiglia e producendo risultati per i cittadini".
Che dire? Penso non valga la pena neppure di commentare oltre.
Mi sovviene alla mente Fedro: "Cum homo fortunam suam cum fletu ac lacrimis deploraret, Aesopus fabulam finxit ut ei solacium praeberet...".
Lamentandosi un uomo con pianti e lacrime della sua sorte , Esopo inventò una favola per dargli consolazione: Una nave era sbattuta da fiere tempeste e fra i passeggeri lacrime e paura della morte. Ma all' improvviso il tempo volse al sereno: la nave era spinta da venti favorevoli e teneva la sua rotta in sicurezza. Allora i marinai si abbandonarono ad una gioia eccessiva ma il comandante, che il pericolo aveva reso prudente, disse: C'è una misura nelle cose, frenate il pianto e la letizia, perché il dolore e la gioia si alternano per tutta la vita".
Come dire: il sindaco si lamenta ma sa che è solo strategico per rincuorare la ciurma. E sa che incombe il temporale.
L'unica preoccupazione che non ho vergogna a manifestare è che l'opposizione non sappia interpretare fino in fondo l'esternazione di questo leone ferito.
D'altra parte gli ha fatto male la convocazione del Consiglio comunale da parte dell'opposizione e ha reagito nel modo più naturale. Egli in sostanza sembra voler dire ai suoi: L'opposizione, miei fidi, io non la vedo proprio, non esiste e se esiste non è un problema. Restiamo uniti. A Pindinelli ci penso io".
Un pezzo classico dell'arte della Commedia.
 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

paolo73
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 03/11/2008 :  15:21:28  Mostra Profilo  Aggiungi paolo73 alla Lista Amici
Citazione:
tabaranos Inviata - 03/11/2008 : 14:21:53
Il sindaco di questa amministrazione non mi è molto simpatico. Aggiungo che non mi è simpatico nessuno di questa amministrazione.
Anzi, gran parte dei componenti di questo consiglio mi sono antipatici.
Fatta questa premessa per non dare il fianco a fraintendimenti, chiedo a Elio Pindinelli come mai scrive sul forum per interloquire col sindaco.
Non mi pare che Giuseppe Venneri abbia l'abitudine di discutere qui.


Pindinelli non scrive sul forum per interloquire col sindaco...forse a te è sconosciuta la nascita e l'evoluzione di questo forum e la presenza di Pindinelli...Anzi è proprio sconosciuto il concetto di forum...
 Paese: Italy  ~  Invii: 394  ~  Membro da: 22/10/2007  ~  UltimaVisita: 22/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 03/11/2008 :  15:33:39  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici
Citazione:
Fatta questa premessa per non dare il fianco a fraintendimenti, chiedo a Elio Pindinelli come mai scrive sul forum per interloquire col sindaco.
Non mi pare che Giuseppe Venneri abbia l'abitudine di discutere qui.
Originariamente inviato da tabaranos - 03/11/2008 :  14:21:53



Carissimo Tabaranos, io non cerco di interloquire con Venneri. Sai lo conosco troppo bene. Il fatto è che il forum è la mia famiglia di elezione in cui ho trovato uno spazio di libera discussione. E non essendo io impegnato a livello politico (partitico intendo) e non avendo alcuna funzione pubblica penso che sia necessaria un'opera di libera informazione e di discussione sulle problematiche di una città quale Gallipoli che, consentimelo, amo profondamente e meriterebbe un impegno più ampio e più efficace da parte di ogni cittadino. Nella speranza che si possa riuscire a rigenerare una nuova classe politica più consapevole dei doveri e delle responsabilità del governo cittadino.
Il fatto poi che ci siano interlocutori o meno a quanto si scrive su questo forum è un aspetto che ritengo secondario. E' evidente che nessuno può essere costretto ad interloquire. Spero che anche Giuseppe Coppola, come Antonella Greco e Tommaso Sciugliuzzo credano un pò di più a questo strumento di crescita civile delle nostre popolazioni lasciando magari da parte ogni pur legittima considerazione sulla migliore efficacia ai fini della propria promozione dell'immagine.
Ma vedi questo è solo il mio personalissimo pensiero.
 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

kashiwara
Advanced Member



Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 03/11/2008 :  16:07:24  Mostra Profilo  Aggiungi kashiwara alla Lista Amici
Citazione:
[.....] Fatta questa premessa per non dare il fianco a fraintendimenti, chiedo a Elio Pindinelli come mai scrive sul forum per interloquire col sindaco.
Non mi pare che Giuseppe Venneri abbia l'abitudine di discutere qui.

Originariamente inviato da tabaranos - 03/11/2008 :  15:21:53



Ciao Tabaranos,
l'amico Elio Pindinelli ti ha già risposto e sembra che tu sia soddisfatto ........ mi permetto solo di aggiungere una cosa: il Sindaco in persona non interviene nelle discussioni di questo Forum: stai però tranquillo che "qualcuno" gli riferisce "per filo e per segno" ciò che viene scritto ..... e chissà se anche lui da "Ospite" spione, nel buio della notte, non passa a dare un'occhiata ....

Inoltre, se ti fai "un giro" sul sito internet del "primo cittadino", ti accorgerai che anche lì si è creato un Suo forum ....... ma ahilui, non gli conviene, e non lo fa, rispondere alle domande scomode degli utenti.

Ciao Tabaranos.

 Illustre conforumiano
 Paese: Italy  ~  Invii: 1804  ~  Membro da: 31/08/2007  ~  UltimaVisita: 03/09/2013 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

paolo73
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 03/11/2008 :  16:09:33  Mostra Profilo  Aggiungi paolo73 alla Lista Amici
guarda chiudo qua questa discussione perchè te, come ho notato anche in altre discussioni, tendi a polemizzare. Però consentimi di dire che evidentemente non conosci il significato della parola educazione perchè io non sono certamente stato maleducato nella risposta ma ti ho semplicemente invitato a stare attento al fatto che certe presenze sul forum ci sono da tempo e non sono relazionabili a situazioni momentanee o a singoli interventi. Comunque il concetto di forum te l'ho ha chiarito Pindinelli, io ritenevo che era inutile farlo perchè l'intervento inopportuno è stato senza dubbio il tuo, proprio perchè è stato chiesto più volte ai nuovi entrati di intervenire avendo accortezza di studiare un pò la storia del forum...
 Paese: Italy  ~  Invii: 394  ~  Membro da: 22/10/2007  ~  UltimaVisita: 22/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

abatem83
Advanced Member


Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 04/11/2008 :  11:31:09  Mostra Profilo  Aggiungi abatem83 alla Lista Amici
Il nostro Sindaco, da buon padre di famiglia come dice, perché non mette in rete l’atto di transazione concluso con la Seta in modo che anche noi miseri mortali possiamo leggere e capire?
Il lodo SETA presieduto dal fratello del compare dell’Amminiatratore delegato della società ha stabilito a carico del Comune il pagamento di € 3.002.872,93 oltre interessi, rivalutazione monetaria e Iva con decorrenza dalla domanda (2004) con aggiunta di € 276.598,03 oltre interessi rivalutazione e IVA e per un totale complessivo calcolato forfetariamente ad oltre € 5.500.000.
La domanda che mi frulla in testa è questa: Perché oggi la società si accontenta di meno di un quarto (un milione e 300 mila euro) di quanto invece avrebbe potuto avere?
Erano fasulle le risultanze del lodo?
C’è il rischio che la transazione possa attivare una nuova vertenza, per esempio per il servizio svolto dalla Seta dal 3 agosto 2006 ad oggi?
Mi sembrano domande legittime visto il grande divario esistente tra l’importo liquidato dal lodo e quello della transazione.
Da qui anche la mia curiosità per capire gli elementi di fondo che hanno portato al calcolo attuale inserito in transazione, ma per capire anche se questa transazione chiude definitivamente anche future pretese della dittà.
Lo dico perché l’avv. Sticchi Damiani ha sempre ripetuto nelle sue missive mandate per conto della Seta all’amministrazione (in conseguenza delle ordinanze sindacali di esecuzione del servizio di igiene ambientale dopo il lodo) che restava “ferma la riserva di reclamare i maggiori oneri connessi sia a quanto accertato nella consulenza tecnica del giudizio arbitrale sia per i sopravvenuti incrementi di organico resisi necessari ai fini dell’ottimizzazione dei servizi”. Anzi precisando che alle ordinanze sindacali di ripresa del servizio la Seta non prestava acquiescenza alcuna formulando espressa riserva di impugnazione. Se così fosse e la transazione non ne parlasse, è evidente che un nuovo debito si sarebbe creato e relativo ai maggiori oneri da riconoscere valutati in ragione del valore della transazione per gli anni 2006-2008 e con l’ulteriore aumento di oneri per il contestato aumento di personale.
Un’altra domanda che mi frulla sempre nella mente è questa: L’enorme ritardo nell’approvazione del nuovo capitolato d’appalto è dipeso dalla chiusura della transazione? Perché?
Sono curioso infine di vedere il nuovo capitolato e gli oneri conseguenti. E naturalmente vorrò vedere chi sarà a gestirne il servizio.
Domande curiose di un figlio (traviato) che penso legittimamente possa rivolgere al Papà, come ama definirsi il nostro Sindaco.
Domande che servono eventualmente per riconoscergli quei meriti di cui tanto si vanta.
 Paese: Italy  ~  Invii: 417  ~  Membro da: 14/03/2008  ~  UltimaVisita: 17/12/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

Luigi De Tommasi
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 04/11/2008 :  16:33:53  Mostra Profilo  Aggiungi Luigi De Tommasi alla Lista Amici
Mi congratulo con le iniziative avviate dai Consiglieri di minoranza che hanno preparato importanti documenti che presto, come apprendo dal forum, saranno sottoposti al vaglio del Consiglio comunale.
I temi che verranno trattati sono di grande rilevanza ed anche in questa occasione l’Amministrazione Venneri dovrà subire l’iniziativa della minoranza convocano e tenendo la riunione entro 20 giorni dalla richiesta, dimostrando assenza di iniziativa e incapacità a dettare l’agenda politica. Non che la giunta navighi in migliori acque: la pochezza delle decisioni rapportata alla grande complessità dei problemi che sono sul tappeto segnano una crisi politico amministrativa molto grave ed imbarazzante.
Mi complimento con il Consigliere Dr Tommaso Scigliuzzo non solo per i contenuti, ma anche per l’impostazione dell’ordine del giorno proposto che denota crescita ed impegno.
Vorrei però anch’io, come ha ben messo in evidenza Elio Pindinelli, rimarcare come tali iniziative,sia pur meritevoli e necessarie, non debbono essere fini a se stesse, ma necessitano di sostegno con iniziative politiche efficaci.
Non siamo ancora in grado di svolgere con maggiore assiduità un’azione di denuncia delle incapacità, delle lentezze e dell’ inattività dell’esecutivo anche perché Voi consiglieri non esercitate i diritti -doveri che la legge vi riconosce che sono anche quelli di richiedere ed ottenere copia degli atti e documenti utili per informare i cittadini dell’attività che la maggioranza svolge o che non svolge.
Ci siamo accontentati di ricevere copia della registrazione delle sedute dei Consigli Comunali peraltro alquanto pietosi e che mettono in rilievo non solo l’ inefficienza e la scorrettezza della maggioranza, dell’esecutivo e del Presidente del Consiglio, ma anche la Vostra poca incisività e la rassegnazione che traspare dai Vostri interventi, ma anche dai silenzi.
La mancanza di trasparenza della maggioranza che continua a non pubblicare sul sito quei pochi atti che produce, determina in noi stanchezza e demotivazione con effetti negativi sul forum ove si riscontrano pochi spunti propositivi e di critica.
Per essere più incisivi e per svolgere la funzione informativa, abbiamo bisogno di basare la nostra azione sugli atti amministrativi piuttosto che sulle dicerie ed i pettegolezzi.
 Paese: Italy  ~  Invii: 55  ~  Membro da: 05/08/2008  ~  UltimaVisita: 08/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 05/11/2008 :  18:35:46  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici

E’ stato pubblicato il Programma triennale delle Opere pubbliche con gli allegati e la relazione
http://www.comune.gallipoli.le.it/Controller?service=FOShowCnt&tpc::0::cntFoPerPag=20&cnt::0::id=11136
Chiunque leggendo la relazione potrà anche capire la normativa di riferimento e soprattutto il calcolo della capacità di indebitamento del Comune.
Si dice e si ripete che il bilanco del comune è ingessato al massimo e che non si è in grado di fare ulteriori indebitamenti. La relazione a questo riguardo dice esplicitamente: “La determinazione del limite massimo di indebitamento dell'ente è direttamente correlata con la conseguente riduzione della spesa corrente. Volendo fornire un esempio, si può concludere che per ogni 100.000 euro di risparmi di spesa o di maggiori entrate, si possono contrarre mutui per circa 700.000 euro”.
E’ evidente che un nuovo mutuo deve fare i conti con le rate di ammortamento e gli interessi che gravano annualmente sul bilancio.
La relazione soffermandosi su tale problematica evidenzia che nel determinare il volume di spese aggiuntive si rischia di pregiudicare gli equilibri di parte corrente e che quindi tale incremento va compensato con aumenti futuri di specifiche entrate (ad esempio aumenti di gettito di imposte o tasse). “Quest’ultimo caso” recita la relazione “corrisponde alla volontà politica di aumentare il prelievo tributario o altre entrate per finanziare gli oneri indotti conseguenti la realizzazione di nuove opere pubbliche o nuovi investimenti”.
Mi pare di capire che il dirigente abbia sentito l’obbligo (a scanso di equivoci) di evidenziare che è la parte politica a volere tutto ciò, anche, magari, contro il parere contrario degli uffici.
Ebbene vediamo allora da dove discendono queste nuove spese aggiuntive che avranno un costo in termini di ulteriore indebitamento dell’Ente.

Queste le opere pubbliche programmate nell’anno 2009



Da questo elenco si ricava un maggiore indebitamento, tramite Cassa Depositi e Prestiti, di € 3.270.000. E per il calcolo evidenziato dalla relazione potremmo dire (occhio e croce) che per sostenere tale impegno occorrerà una riduzione della spesa corrente o in alternativa un aumento delle entrate per tasse tributi o quant’altro di € 500.000.
In altri termini paghiamo noi. Anche le tre rotatorie che si intendono realizzare all’incrocio tra via Lecce e Corso Roma, al Lido S. Giovanni e all’incrocio tra la via per Alezio e la Via Berlinguer. Interessante (finalmente) la previsione della copertura dei trinceroni ferroviari(€ 7.000.000). Altri mutui sono previsti per la ristrutturazione della Caserma, dei Carabinieri, per il completamento della via Berlinguer, e per l’ascensore al palazzo comunale di Via De Pace. Storia infinita è quella relativa alla struttura del CEDUC il cui completamento è finanziato con un mutuo di € 300.000. Infine è previsto un intervento per la palestra di Via Milano.
Con spese a carico dei privati è previsto un parcheggio a servizio della litoranea sud nei pressi del Lido San Giovanni (€200.000)e l’installazione di pannelli fotovoltaici (€ 7.000.000) sugli edifici pubblici.. Vedremo (se ce lo consentiranno) gli atti di attuazione di questi programmi che penso debbano essere realizzati tenendo conto dell’interesse del privato a investire per guadagnarci(è ovvio). Spero che qualcuno calcoli il patrimonio che il comune ci mette e che non siaconsiderato un regalo.
Per l’adeguamento del campo sportivo sono previsti €92.307, per l’ufficio turistico (fondi regionali) €63.700 ed € 300.000 per il completamento dei lavori al mercato ittico all’ingrosso.
Detto questo, mi sembra di capire che resta lettera morta l’esortazione dell’Ispettorato generale di Finanza che nella relazione sulla verifica amministrativo-contabile del settembre 2007 ha constatato un residuo da erogare dalla Cassa depositi e Prestiti per mutui in ammortamento per € 3.932.225,52.
Giustamente in quella relazione degli ispettori veniva evidenziato quanto segue: “Una volta quantificati i residui sui mutui concernenti opere completamente realizzate e pagate, sarebbe utile che il Servizio Ragioneria, con propria determina e previo nulla osta della Cassa Depositi e Prestiti, devolvesse le somme ricavate dagli accorpamenti delle predette rimanenze al finanziamento di altri interventi. Tale circostanza comporterebbe il vantaggio di finanziare determinati investimenti senza ricorrere all’accenzione di ulteriori prestiti e realizzando, pertanto, un’economia delle relative spese”.
Mi sembra che non ci voglia un esperto per capire a pieno la portata di questa osservazione. Comunque diciamo a sintesi che nel 2009 il Comune accenderà nuovi prestiti per € 3.270.000 quando invece sarebbe bastato procedere alla rapida verifica dei residui già stimati ad € 3.932.225,52 e richiederne la devoluzione per le nuove opere pubbliche previste dal piano triennale.
Ottenendo perciò una economia delle relative spese.
Spero che il nuovo Direttore Generale (il dr. De Magistris di recente nomina) il dirigente del servizio finanziario e soprattutto i Revisori dei conti facciano la loro parte. Altrimenti le questioni si incancreniscono al punto di dover contabilizzare residui pari ad € 266.259,54 per mutui risalenti ad un periodo tra il 1967 ed il 1987 per opere pubbliche che giustamente la Commissione di verifica ha osservato essere state sicuramente già compiute e completate. Quindi sono somme a residui. e possono essere devoluti al finanziamento di altre opere.
Naturalmente il programma triennale delle opere pubbliche prevede anche le opere previste nel 2010 e nel 2011.
Le illustrerò in seguito magari con più calma.
 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

abatem83
Advanced Member


Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 06/11/2008 :  12:14:26  Mostra Profilo  Aggiungi abatem83 alla Lista Amici
Da quanto postato da Pindinelli mi sembra di capire che il finanziamento del secondo (e spero definitivo) lotto di lavori al CEDUC deriverà da un prestito con la Cassa Depositi e Prestiti. Vuol dire che era tutta una barzelletta il comunicato diramato dalla Segreteria particolare del Sindaco il 18 giugno 2008 strombazzato sui giornali locali.
Questo il testo di quel comunicato:
Gallipoli, 18.06.2008

Tra circa un mese sarà definitivamente ultimato il primo lotto dei lavori di manutenzione straordinaria ed ordinaria del Ceduc, la struttura situata su lungomare Galilei. A dare notizia dell’imminente completamento dell’intervento è l’Assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Barba, che sottolinea come tra poco più di trenta giorni sarà operativo il lavoro di maquillage che ha riguardato gran parte della struttura. “Sarà ripristinato e fruibile – spiega l’Assessore – l’intero primo piano dell’edificio, compreso anche il relativo collegamento che dal piano terra congiunge al livello superiore, mentre per il secondo lotto d’interventi, che garantirà la completa e totale funzionalità del plesso, stiamo provvedendo in questi giorni a predisporre le opportune procedure.” Va ricordato, infatti, che il primo intervento, quello che terminerà tra circa un mese, è stato finanziato con fondi regionali su richiesta del primo esecutivo Venneri per un importo complessivo di 775mila euro, erogato dall’allora Giunta regionale guidata da Raffaele Fitto, mentre per il secondo lotto – per il quale, come ricordato dall’Assessore Barba, si stanno esplicando le relative procedure - sono stati investiti circa 300mila euro rinvenienti dal Bilancio comunale. Sull’argomento è intervenuto il sindaco Giuseppe Venneri, che ha espresso soddisfazione per l’ultimazione dei lavori fatti finanziare dalla sua prima Amministrazione Comunale. “Un finanziamento – ha chiarito il primo cittadino – che sta per garantire a breve risultati positivi nell’interesse della città e che avevamo fortemente voluto, convinti oggi come allora che fosse assai importante riqualificare e rimodernare una struttura come il Ceduc, che per Gallipoli ha da sempre svolto un’alta funzione sociale e che quindi meritava la massima attenzione da parte dell’esecutivo cittadino. La stessa, del resto, che stiamo riservando ora attuando le procedure necessarie per iniziare il secondo lotto di lavori. Un duplice impegno, quello di ieri e quello attuale, mirato anche e soprattutto a garantire risposte certe ai lavoratori che erano impiegati nella struttura”.
La Segreteria Particolare"

Si scopre soprattutto che era una bufala l'annuncio che entro luglio sarebbero finiti i lavori del primo lotto. Alla data del 13/10/2008 i lavori non erano ancora terminati. Lo si capisce dalla determina n.1383 del 13/10/2008: Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di Manutenzione Straordinaria dell'Edificio ex Ceduc. Determinazione sulla concessione di proroga.
Non solo non sono terminati ma sembra che la ditta avrebbe chiesto una proroga per il termine lavori.
L'altra bufala è nell'aver annunciato ai quattro venti l'attivazione delle procedure per il secondo lotto che a detta dell'assessore Barba era stato finanziato con 300.000 euro da fondi del bilamcio.
Si scopre oggi che non hanno fatto nulla di tutto quanto dichiarato e che il finanziamento sarà assicurato nel 2009 con un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti.
Che facce di bronzo!!!

 Paese: Italy  ~  Invii: 417  ~  Membro da: 14/03/2008  ~  UltimaVisita: 17/12/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

kashiwara
Advanced Member



Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 06/11/2008 :  12:27:44  Mostra Profilo  Aggiungi kashiwara alla Lista Amici
Citazione:
..... aspetta e spera ...... [...]


Il Ceduc ...... di nuovo complimenti al Responsabile.

Originariamente inviato da kashiwara - 11/08/2008 :  19:08:33



Questo era quanto segnalato ai primi di agosto .......

Citazione:
[....]Che facce di bronzo!!!

Originariamente inviato da abatem83 - 06/11/2008 : 13:14:26


Abatem83, come sei diplomatico ....!

 Illustre conforumiano
 Paese: Italy  ~  Invii: 1804  ~  Membro da: 31/08/2007  ~  UltimaVisita: 03/09/2013 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

abatem83
Advanced Member


Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 06/11/2008 :  13:23:58  Mostra Profilo  Aggiungi abatem83 alla Lista Amici
Ci riprovano e come!!! Adesso sono in tre: il Sindaco, l'assessore Cacciatori e l'assessore Barba.
Legere per credere:
http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=11374
Dicono all'unisono: "i risultati arrivano e si vedono, spazzando via così slogan e teoremi di quanti provano, senza riuscirci, a screditare il nostro operato pur di raccattare qualche spazio sui giornali”(se la prendono con Pindinelli come al solito?)
Il riferimento è ai lavori finalmente iniziati per il riposizionamento dei basoli nel Centro Storico.
Naturalmente come al solito tutti e tre mentono sapendo di mentire.
Dice Cacciatori: "Abbiamo deciso di intraprendere i lavori per il riposizionamento del basolato appena possibile perché vogliamo quanto prima restituire alla città vecchia uno tra gli elementi più peculiari del suo arredo urbano. Il tutto in un percorso che sta intraprendendo l’esecutivo cittadino e che come obiettivo prioritario mira a valorizzare e a rendere più fruibile per residenti, cittadini e turisti il nostro centro storico”.
Nessuno dei tre però precisa che questi lavori erano previsti nel contratto con la ditta della distribuzione del gas che era obbligata a posizionare a proprie spese circa 2000 mq. di basoli dopo la fine dei lavori.
Ecco da dove discende la nuova intrapresa!!!
Cosa centri in questo l'attivismo della Giunta vallo a capire.
Se veramente avessero tenuto al centro storico questi lavori sarebbero stati eseguiti da almeno due anni. Alla ditta hanno lasciato agio e comodo per eseguire i lavori al di fuori di ogni cronogramma, ed oggi hanno la faccia tosta di gloriarsene.
Ineffabile è poi la dichiarazione di Barba: "L’intendimento è ovviamente quello di portare il basolato sulle altre strade del centro storico, come in passato, operando compatibilmente con altri interventi nel sottosuolo che si andranno a realizzare...chiedo ai residenti di pazientare ancora un po’ perché anche per loro sarà data la possibilità di avere il basolato subito dopo gli interventi sulle condotte ormai obsolete e che si realizzeranno in tempi accettabili".
La menzogna è manifesta e grossolana.
Infatti proprio nell'elenco triennale delle opere pubbliche 2009-2011 è inserito il Restauro Paviamentazioni Centro Storico ma come previsione dell'anno 2011:
FONTI DI FINANZIAMENTO: 2011 Aventi destinazione vincolata € 3.000.000,00E se analizziamo attentamente la scheda delle opere pubbliche vedremo che non è indicato alcun cronoprogramma. Anzi spocchiosamente è detto che l'utilizzo dell'opera è prevista per il dicembre 2008. Non hanno neppure cancellato la maschera utilizzata per il precedente Piano triennale. Gli uffici sanno che questa previsione del restauro della pavimentazione nel centro storico è solo aleatoria e che sarà modificata nelle previsioni del prossimo anno e così via fin quando non otterranno un finanziamento reale.
Come dire: Facce di bronzo (caro Kashiwara diplomatico io?) bugiardi e presuntuosi. Già, perchè credono che tutti a Gallipoli possano essere trattati da emeriti imbecilli.
 Paese: Italy  ~  Invii: 417  ~  Membro da: 14/03/2008  ~  UltimaVisita: 17/12/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

sognatore
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 06/11/2008 :  23:18:57  Mostra Profilo  Aggiungi sognatore alla Lista Amici
Sul ceduc ci sarebbe da chiedersi dove sia l'opposizione che continua a disinteressarsi. Quella struttura, storica ed importante nel tessuto sociale gallipolino fino a qualche anno fa, è chiaro ed ovvio che non tornerà ad essere quella che era in quanto ormai i tempi sono cambiati. Il nuovo progetto infatti prevede altre soluzioni.La questione vera, oltre alla gravità dei ritardi nella ristrutturazione e l'aumento dei costi, è quella umana. Infatti le amministrazioni Venneri e Barba hanno portato prima alla chiusura della struttura e poi alla situazione di stallo attuale lasciando senza lavoro una quindicina di persone, quando era possibile, invece, valutare le soluzioni temporanee che pure erano state ipotizzate proprio per salvaguardare i posti di lavoro.
L'aggravante è sicuramente che il nuovo progetto, sicuramente migliorabile, dovrebbe in realtà garantire ulteriori occupazioni.
Purtroppo i nostri amministratori, dopo aver usato per anni il ceduc per le loro promesse elettorali o per sistemare qualche parente, in realtà non se ne fregano nulla di chi ci lavorava. A dir la verità durante l'ultima campagna elettorale c'è stato chi per l'ennesima volta ha convocato i lavoratori del ceduc per renderli edotti che l'unica possibilità per loro di tornare al lavoro era quelle di votare lui. Naturalmente il risultato è quello che tutti vediamo.
Altra colpa della prima amministrazione Venneri è sicuramente quello di aver completamente abbandonato il precedente progetto del centro sinistra laddove sarebbe stato più utile rivederlo.

P.S. quanta gente sa che presso il ceduc ci sono campi da tennis in terra battuta realizzati sul finire degli anni 90 e mai utilizzati? Sapete quanti altri campi da tennis in terra battuta ci sono a Gallipoli? Ve lo dico io zero. Anzi non ce ne sono proprio campi aperti al pubblico se non quelli di qualche campeggio.

Per curiosità vi comunico le determine riguardanti il ceduc presenti in rete (notare il pagamento canone rai di poche settimane fa):
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 1383 del 13/10/2008
Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di Manutenzione Straordinaria dell'Edificio ex Ceduc. Determinazione sulla concessione di proroga.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 1272 del 18/09/2008

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Smaltimento materiale di risulta del cantiere - Rettifica Determinazione n. 1217 del 3.9.2008.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 1217 del 03/09/2008

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Smaltimento materiale di risulta del cantiere - Liquidazione fattura.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 1227 del 05/09/2008

Oggetto
Area N° 3 - Politiche servizi alle persone - Canone di abbonamento RAI al CEDUC per l'anno 2008
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 1134 del 07/08/2008

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Affidamento dell'incarico per la redazione del progetto esecutivo e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dei lavori di completamento dell'edificio ex CEDUC all'Arch. Daniele Cataldo.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 1136 del 08/08/2008

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Approvazione e liquidazione 7^ SAL - Concessione di una proroga per l'ultimazione dei lavori.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0879 del 10/06/2008

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Approvazione e liquidazione del 6^ SAL - Liquidazione competenze professionali relative al 5^ e 6^ SAL per D.L., Contabilità e Coordinamento della Sicurezza in Esecuzione spettanti all'Arch. Daniele Cataldo e all'Ing. Antonio Cavallo.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0943 del 20/06/2008

Oggetto
Area N° 1 - Politiche territoriali - Appalto servizi di ingegneria per redazione progetto esecutivo e piano sicurezza in fase di progettazione edificio ex CEDUC
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo
num. 0015 del 18/06/2008

Testo anteprima
Oggetto: Intervento Sindaco Venneri ristrutturazione Ceduc.

--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0521 del 08/04/2008

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di Manutenzione dell'Edificio ex CEDUC - 5^ Stato avanzamento lavori - Approvazione e liquidazione - Rettifica Determinazione n. 480 del 01.04.2008.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0480 del 01/04/2008

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di Manutenzione dell'Edificio ex CEDUC. 5° Stato avanzamento lavori. Approvazione e liquidazione.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0109 del 27/03/2008

Oggetto
Lavori di Manutenzione dell'Edificio ex Ceduc. Approvazione perizia di variante di assestamento.

--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0735 del 26/06/2007

Oggetto
Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali - Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Approvazione e liquidazione del 4^ SAL - Liquidazione competenze professionali relative al 4^ SAL per D.L., Contabilità e Coordinamen-to della Sicurezza in Esecuzione spettanti all'Arch. Daniele Cataldo e all'Ing. Antonio Cavallo.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0840 del 16/07/2007

Oggetto
Area N° 3 - Politiche servizi alle persone - Canone di abbonamento RAI al CEDUC per l'anno 2007 - liquidazione
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0571 del 30/05/2007

Oggetto
Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Approvazione e liquidazione del 3^ SAL. - Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0603 del 01/06/2007

Oggetto
Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Liquidazione competenze professionali maturate al 3^ SAL per Direzione Lavori, Contabilità e Coordinamento Sicurezza in Esecuzione spettanti all'Arch. Daniele Cataldo e all'Ing. Antonio Cavallo. - Area N° 1 BIS - Politiche infrastrutturali
-------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0092 del 24/04/2007

Oggetto
Lavori di "Manutenzione dell'edificio ex CEDUC" - Approvazione perizia suppletiva e di variante.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0342 del 23/03/2007

Oggetto
Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Approvazione e liquidazione del 2^ SAL.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0088 del 25/01/2007

Oggetto
Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Liquidazione del saldo delle competenze professionali, relative a tutte le prestazioni connesse con la progettazione, spettanti all'Arch. Daniele Cataldo e all'Ing. Antonio Cavallo.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0037 del 16/01/2007

Oggetto
Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Approvazione e liquidazione del 1^ SAL.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 1554 del 21/12/2006

Oggetto
Fornitura gas metano al CEDUC periodo ottobre 2006 ? liquidazione
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 1338 del 25/10/2006

Oggetto
Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Autorizzazione all'affidamento di lavori in subappalto.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 1265 del 06/10/2006

Oggetto
Acquisto suppellettili e maetriale vario per il CEDUC . Liquidazione e pagamento fatture.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0205 del 09/08/2006

Oggetto
Chiusura dell'Istituto educativo assistenziale denominato Ceduc
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0706 del 24/05/2006

Oggetto
Lavori di ''Manutenzione dell'edificio ex CEDUC'' - Affidamento e liquidazione dei lavori di compartimentazione del refettorio.
--------------------------------------------------------------------------------
Titolo Pubblicazione
num. 0190 del 06/02/2006

Oggetto
liquidazione fatture per beni e servizi forniti al ceduc
--------------------------------------------------------------------------------

Pubblicazione
Data creazione
08/09/2005

Titolo Pubblicazione
num. 0341 del 08/09/2005

Oggetto
OGGETTO: Lavori di ' Manutenzione dell'edificio ex CEDUC ' - Approvazione del progetto esecutivo
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0247 del 28/07/2005

Oggetto
OGGETTO: Lavori di ?Manutenzione dell?edificio ex CEDUC?. Approvazione del progetto definitivo.
--------------------------------------------------------------------------------

Titolo Pubblicazione
num. 0449 del 20/12/2004

Oggetto
OGGETTO: Scheda 56 del Programma OO.PP. 2004.? Lavori di manutenzione edificio CEDUC ?. Conferimento incarico tecnico per redazione progetto.
--------------------------------------------------------------------------------

 Paese: Italy  ~  Invii: 51  ~  Membro da: 30/04/2008  ~  UltimaVisita: 20/06/2011 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

libero
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  07:00:30  Mostra Profilo  Aggiungi libero alla Lista Amici
Caro sognatore la tua analisi è stata perfetta.
Sinceramente non vedo tempi brevi per il Ceduc anche perchè bisognerà risistemare tutto ciò che c'è intorno cominciando dalla parte retrostante che è completamente distrutta e finendo ai campi da tennis e agli spogliatoi che dovrebbero essere costruiti.
Vuoi un azzardo? Con il fatto che non ci possono essere più istituti così come era il Ceduc ma al massimo Case Famiglia con non più di 10 occupanti,vedrai che il Ceduc sarà venduto!!!!
Daltronde chi ha avuto il coraggio di vendere la "memoria storica" di Gallipoli figurati se non avrà il coraggio di vendere anche un bel "Palazzotto fronte mare,ampio giardino con strutture sportive,astenersi perditempo,trattativa riservata(per usare termini da agenzia immobiliare).
 Paese: Italy  ~  Invii: 326  ~  Membro da: 09/07/2008  ~  UltimaVisita: 20/03/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

kashiwara
Advanced Member



Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 07/11/2008 :  07:27:50  Mostra Profilo  Aggiungi kashiwara alla Lista Amici
Citazione:
[....] Vuoi un azzardo? [....] vedrai che il Ceduc sarà venduto!!!!

Originariamente inviato da libero - 07/11/2008 :  08:00:30



Cari amici, personalmente preferirei vedere un bell'albergo, un residence, una Casa di Riposo o una struttura sportiva privata piuttosto che un "mangiasoldi-raccattavoti moribondo al servizio della lobby di turno" qual'è il Ceduc attualmente!
Idem per quell'aborto anzi no, quell' "idea poco chiara e confusa" di Parco Punta Pizzo e Isola di S.Andrea.

La gestione del bene pubblico a Gallipoli non è cosa da amministratori locali ..... meglio affidare al privato che ci mette i denari e la faccia!

En avant PRIVATIZZAZIONE.

PS: ho modificato il messaggio originale in quanto mi sono accorto in ritardo di aver scritto amministratori locali con la maiuscola .....

Modificato da - kashiwara on 07/11/2008 07:31:22
 Illustre conforumiano
 Paese: Italy  ~  Invii: 1804  ~  Membro da: 31/08/2007  ~  UltimaVisita: 03/09/2013 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  11:13:07  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici
Ancora del Piano triennale delle opere pubbliche

Nel nuovo Programmi triennale delle opere pubbliche sono tantissime le opere che non hanno trovato più conferma seppure programmate dalla stessa amministrazione Venneri e per forza d’inerzia trasfuse nei programmi di Barba ed in parte anche in quelli del Commissario. Scompare per esempio lo stadio comunale con la previsione di € 500.000 nel 2007 ed € 1.500.000 con mutuo nel 2008.
Cassato anche il progetto del parco delle cave con una previsione di € 2.000.000 nel 2008 e € 6.000.000 nel 2009, di cui € 3.000.000 con finanziamenti privati.
Viene abbandonato anche il progetto della costruzione dei famosi capannoni artigianali che tanto aveva caldeggiato Corrado Calvi alle elezioni del 2001. Progetti ancora previsto nel programma 2007-2009 con esecuzione nel 2008 e con un finanziamento di € 2.163.000
Il vecchio Piano triennale delle opere pubbliche prevedeva anche il recupero delle mura e del castello per complessivi 8.500.000 suddivisi in questo modo: € 2.500.000 nel 2007, € 3.000.000 nel 2008 ed € 3.000.000 nel 2009. Nel nuovo piano triennale è stato previsto per il 2010 un finanziamento di 2.000.000 euro per il restauro del primo tratto delle mura e di euro 7.000.000 per il secondo tratto ma per il 2011. Al 2011 è previstoinvece il restauro del castello con un finanziamento di € 7.000.0000.
Sparito anche il milione di euro per la ristrutturazione del museoe la biblioteca con finanziamento anno per anno slittato al 2008, in compenso è previsto per il 2011 il restauro del palazzo del Governatore (ex Pretura) con un fabbisogno stimato di € 3.500.000.
E’ scomparsa la previsione della ristrutturazione ed attivazione della casa di riposo “Cappuccini” con un finanziamento ridotto nel Programma 2007 ad € 1.500.000 dagli iniziali € 3.000.000.
La manutenzione strade vicinali prevista dai vecchi programmi e slittata al 2009 per € 1.350.000 è oggi ulteriormente rimandata al 2011.
La manutenzione edificio scolastico via Milano nei vecchi piani finanziata con € 400.000 mediante accensione di mutuo è stata riconfermata con un finanziamento ridotto ad € 350.000 ed una previsione di fine lavori al 2010
Il finanziamento del progetto di completamento della pubblica illuminazione per € 600.000, la cui esecuzione era stata fatta scivolare anno per anno al dicembre 2009, è stato spostato al 2010.
Anche il finanziamento delle opere di difesa del litorale, previsto per il 2008, è oggi spostato al 2009, in attesa del finanziamento sperato di € 1.750.000..
La pista ciclabile programmata in € 750.000 euro per il 2009 slitta ancora al 2011, come pure l’illuminazione votiva al cimitero con un finanziamento di euro 400.000
La rotatoria su piazza Giovanni XXIII, che aveva un iniziale finanziamento di 400.000 euro nei programmi precedenti viene confermata nel nuovo piano. ma aumenta il finanziamento ad € 500.000.
L’adeguamento degli scarichi piovani, previsti come finanziamento nel 2008 con 683.000 euro, è stato spostato al 2010
Sempre per il 2010 è previsto il finanziamento per euro 30.000.000 di un progetto di intervento di tutela e valorizzazione della litorane a sud di Gallipoli con l’arretramento della litoranea e la realizzazione di vie di collegamento alternative con la costa.
Sempre al 2010 è previsto il finanziamento per 15.000.000 di euro del porto peschereccio e per 700.000 euro della relativa viabilità di accesso.
La realizzazione del nuovo cimitero con capitali privati è slittata ulteriormente al 2011 con un finanziamento ricalcolato in aumento ad € 10.000.000.
Per finire sono previsti, sempre nel 2011, un progetto di riqualificazione delle periferie per 2.300.000, la realizzazione del porto turistico all’interno del Seno del Canneto per 5.000.000 di euro e un intervento di rifiorimento delle scogliere del centro storico per 3.000.000 di euro.
In totale una previsione per il 2010 di € 50.133.000 e per il 2011 di 62.300.000 euro.
Cosa dire di più? In tre anni il Comune prevede di poter contrarre mutui per 11.290.000, di poter ottenere il coinvolgimento di capitali privati per € 22.950.000 e di poter attingere a finanziamenti pubblici per € 88.863.000.
E’ credibile tutto ciò? Mi sembra proprio di no. Ma giacchè ci siamo ad ognuno è consentito sognare.
Dal 2001 ad oggi si sono inseguiti tantissimi sogni, dalla piscina coperta al palazzotto dello sport alla nuova litoranea a sud tra piazza Malta e via Filomarini, dal progetto di riqualificazione urbana del Centro storico alla struttura polifunzionale (PRUSST), fino al restauro dell’ex convento di San Francesco di Paola (che è stato invece venduto) e al recupero dei Cappuccini.
Si ha l’impressione, comunque, che il Programma delle opere pubbliche accontenti almeno l’aspirazione dei Gallipolini di vedere interventi per l’assetto turistico storico e ambientale del territorio. E serve con la previsione del porto turistico, di quello peschereccio e del completamento del mercato ittico all'ingrosso, per spuntare le unghie all'opposizione che ha proposto interrogazioni e ordini del giorno. Insomma un pò di furbizia è sempre utile.
Comunque pur non sentendomi di calcare la mano sulla estrema aleatorietà delle previsioni, mi auguro che si abbia la costanza di perseguirne le indicate finalità, abbassando magari le eccessive previsioni finanziarie e seguendo tracciati di prudenza progettuale che, dati gli alti importi, potrebbero generare dei costi di progettazione insostenibili per le finanze comunali, se dovessero venire meno i finanziamenti sperati.



 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

libero
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  12:34:10  Mostra Profilo  Aggiungi libero alla Lista Amici
Vorrei chiedere al prof Pindinelli se risponde a verità quello che alcuni ben informati mi hanno detto e cioè se questa Amministrazione Comunale ,nella persona del Sindaco dott. Giuseppe Venneri ,si è rifiutata di fare uno special per la RAI riguardante Gallipoli e il suo castello, perchè il suo conduttore cioè il dott.Lovagnini aveva contattato oltre allo stesso Sindaco anche il sopracitato prof. Pindinelli il quale avrebbe dovuto dare dei cenni storici su Gallipoli e il suo Castello.
Se questo risponde a verità è vergognoso ed oltraggioso per tutti i Gallipolini perchè per simpatie o antipatie personali Gallipoli è costretta a perdere una vetrina così importante.
Non possiamo pensare di essere una realtà turistica se un Sindaco rinuncia ad una cosa simile per diversità politica ma spero di essere smentito e che questi ben informati siano invece dei pettegoli.
 Paese: Italy  ~  Invii: 326  ~  Membro da: 09/07/2008  ~  UltimaVisita: 20/03/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

Slide
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  13:24:58  Mostra Profilo  Aggiungi Slide alla Lista Amici
Citazione:
Vorrei chiedere al prof Pindinelli se risponde a verità quello che alcuni ben informati mi hanno detto e cioè se questa Amministrazione Comunale ,nella persona del Sindaco dott. Giuseppe Venneri ,si è rifiutata di fare uno special per la RAI riguardante Gallipoli e il suo castello, perchè il suo conduttore cioè il dott.Lovagnini aveva contattato oltre allo stesso Sindaco anche il sopracitato prof. Pindinelli il quale avrebbe dovuto dare dei cenni storici su Gallipoli e il suo Castello.
Se questo risponde a verità è vergognoso ed oltraggioso per tutti i Gallipolini perchè per simpatie o antipatie personali Gallipoli è costretta a perdere una vetrina così importante.
Non possiamo pensare di essere una realtà turistica se un Sindaco rinuncia ad una cosa simile per diversità politica ma spero di essere smentito e che questi ben informati siano invece dei pettegoli.

Originariamente inviato da libero - 07/11/2008 :  12:34:10



Purtroppo è vero, ne parla in questo thread:
http://forum.salentovirtuale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1911
 Paese: Spain  ~  Invii: 23  ~  Membro da: 04/04/2008  ~  UltimaVisita: 17/06/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  13:53:12  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici
Citazione:
Vorrei chiedere al prof Pindinelli se risponde a verità quello che alcuni ben informati mi hanno detto e cioè se questa Amministrazione Comunale ,nella persona del Sindaco dott. Giuseppe Venneri ,si è rifiutata di fare uno special per la RAI riguardante Gallipoli e il suo castello, perchè il suo conduttore cioè il dott.Lovagnini aveva contattato oltre allo stesso Sindaco anche il sopracitato prof. Pindinelli il quale avrebbe dovuto dare dei cenni storici su Gallipoli e il suo Castello.
Se questo risponde a verità è vergognoso ed oltraggioso per tutti i Gallipolini perchè per simpatie o antipatie personali Gallipoli è costretta a perdere una vetrina così importante.
Non possiamo pensare di essere una realtà turistica se un Sindaco rinuncia ad una cosa simile per diversità politica ma spero di essere smentito e che questi ben informati siano invece dei pettegoli.

Originariamente inviato da libero - 07/11/2008 :  12:34:10



Amico mio, innanzitutto non chiamarmi professore. Nella vita ho fatto l'insegnante elementare per pochissimo tempo per interessarmi poi di storia e cultura locale. Per quanto riguarda ciò che affermi, non so come hai fatto a saperlo. Il fatto era originariamente a conoscenza di sole tre persone. Io ho cercato di essere riservato anche per non coinvolgere il nome del giornalista che è gallipolino ma che evidentemente alla sua Gallipoli aveva pensato come opportunità. Ecco perchè ho fatto solo un accenno.
Ma giunti a questo punto è bene dire il resto. Per il tramite di un presunto addetto stampa, il giornalista della Rai aveva chiesto la disponibilità del Sindaco a poter filmare all'interno del Castello e a registrare un'intervista (al Sindaco) sui programmi di recupero e restauro di questo importante monumento cittadino. Ha avuto il consenso e in dettaglio anche gli orari delle riprese.
Dopo di che il giornalista ha telefionato a me chiedendomi la disponibilità ad illustrare sotto il profilo storico il monumento. Mi aveva detto che aveva ottenuto anche la disponibilità del Sindaco. Al che io, come faccio d'abitudine in tali situazioni, ho dato la mia disponibilità dicendogli però che sarei potuto essere un problema, visti i rapporti politici con l'attuale Amministrazione. In altre parole lo consigliavo di valutare soluzioni alternative pur di riuscire ad avere visibilità per Gallipoli su Rai3. Dichiaravo insomma che non era importante la partecipazione al servizio di Elio Pindinelli, bensì era importante che Gallipoli avesse visibilità. Nuova telefonata al presunto addetto stampa con la quale il giornalista comunicava, a scanso di equivoci, che io avrei curato la presentazione storica del monumento, nel cui contesto sarebbe stato inserito l'intervento del Sindaco sui programmi dell'Amministrazione e sui tempi del restauro. La risposta è giunta con una successiva telefonata dello stesso presunto addetto stampa con la quale si comunicava al giornalista l'indisponibilità del Sindaco a quelle condizioni. Risposta ferma e professionalmente corretta del giornalista: il servizio lo confeziono io con le persone che io ritengo utili e necessarie.
Nuova telefonata del giornalista che mi comunicava l'esito. Inutile raccontare l'incazzatura del giornalista e le considerazioni avvilite su quanto accaduto. La sintesi della sua indignazione era questa: Se Gallipoli ritiene che non vuole la ribalta televisiva di Rai3 vorrà dire che d'ora in poi cancellerò la città dalle possibilità future.
Non ho potuto fare altro che consigliarlo di sostituirmi con altra persona (magari più preparata e capace di me) chiedendogli scusa per quanto accaduto e soprattutto per l'irresponsabile attegiamento del Sindaco e del suo presunto addetto stampa.
La risposta è stata categorica: Io faccio il servizio e non accetto nè condizionamenti nè dettature. Prendo atto che la politica a Gallipoli ha atteggiamenti lunari.
Questo il fatto. Per il resto le considerazioni le lascio a te.
Sono quarant'anni che denuncio i comportamenti della politica che invece che riconoscere ruoli e professionalità, soprattutto nell'ambito della cultura, preferisce utilizzare mezze calzette abituate ad agire in ambito autoreferenziale localistico, di cui v'è esempio in quella commissione culturale istituita di recente, di cui tanto si parla ma di cui non si conosce l'atto ufficiale. L'importante è gratificare il servitorello di turno e coinvolgere magari l'utile idiota di turno. I rompi@@@@oni devono essere non solo tenuti lontano ma devono essere avvertiti (sistema mafioso perfetto) che saranno puniti. Tanto le mezze calzette saranno contente altrimenti sarebbero state offuscate da presenze più adeguate.
Con me hanno tentato in molti pur di ottenere il mio adeguamento al sistema o quanto meno il mio silenzio.
Grazie a Dio i miei studi sono recensiti in ambito storiografico sia a livello nazionale che internazionale, sono di riferimento bibliografico in studi scientifici, appaiono in atti di convegni pubblicati dall'università del Salento, sono soprattutto frutto di ricerca e non di raffazzonate sintesi divulgative o peggio ancora di plagi. Forse sono stato il primo ai tempi dell'Amministrazione Foscarini ad essere di riferimento ai sopralluoghi fatti da specialisti di settore dell'università di Venezia nel Castello di Gallipoli, dove fu possibile individuare l'antica cappella con le decorazioni medioevali e l'antica porta di accesso, ancora riconoscibile nel torrione quadrilatero successivamente incapsulato in quello di vedetta. Senza dimenticare il progetto di apertura al pubblico del Castello che condussi con l'ausilio dei ragazzi dell'Associazione Gallipoli Nostra e del suo Presidente Francesco Fontò, nel 1979 anno in cui fu aperto al pubblico e vi restò per circa un decennio. In quell'occasione fu possibile studiare l'antico insediamento e gli ampliamenti subiti nelle ristrutturazioni succedutesi tra il XVI ed il XVII secolo, compreso il rilevamento dello spessore dell'interramento del piano di calpestio del cortile interno. Questo per dire che con la conoscenza dei documenti relativi al Castello di cui ho prodotto il corposo regesto dal 1200 al 1741 delle scritture antiche dell'Università di Gallipoli, avevo accumulato una miniera di informazioni anche strutturali relative al Castello che forse sarebbero servite nell'affrontare lo studio preliminare al progetto di restauro.
Tutto ciò in una logica di collaborazione e se vogliamo di confronto storico e culturale su di un bene che appartiene alla collettività.
Evidentemente ciò conta poco. Ed io non me ne dolgo anche se mi sarebbe piaciuto mettere a disposizione, come ho sempre fatto, il risultato dei miei studi e delle mie conoscenze.
Mi sono però radicato nel convincimento, e di questo vado orgoglioso, che la politica si riconosce negli uomini e nella loro onestà e capacità culturale, prima ancora che nella loro appartenenza partitica. E da uomo impegnato non smetterò mai di interessarmi della mia città, delle sue vicende storiche e culturali ma anche politiche e sociali. Tentando faticosamente di non perdere la dignità e la coerenza delle mie idee che altri vorrebbero condizionare o addirittura annullare.
E scusami per la piena esuberante delle mie riflessioni.
 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

libero
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  14:44:04  Mostra Profilo  Aggiungi libero alla Lista Amici
Caro prof.Pindinelli ti esprimo tutta la mia solidarietà per l'accaduto.
Mai mi sarei aspettato una simile cosa e mi sono anche illuso che le notizie in mio possesso fossero false.......invece ,era proprio così.
Tanti pensieri e tantissime riflessioni vorrei fare ma la confusione che ho ora in testa e il livello non basso ma inesistente ti tali personaggi mi fa dire solo una cosa <VERGOGNA>
Povera Gallipoli..............
 Paese: Italy  ~  Invii: 326  ~  Membro da: 09/07/2008  ~  UltimaVisita: 20/03/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

moon
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  15:40:01  Mostra Profilo  Aggiungi moon alla Lista Amici
voglio prima di tutto esprimere la mia solidarietà a Pindinelli per quello che è successo, sono episodi che mi fanno vergognare di essere rappresentata da queste persone !!!!!!!!!!!!!
con questo non significa che io sia innamorata di pindinelli o di libero, come ha affermato goliardicamente qualcuno, non ho remore nel dare solidarietà e approvzione quando vedo che le persone sono coerenti e pensano realmente quello che dicono.

comunque , caro Elio, (pemettimi la confidenza) il nostro comune ....padon il nostro sindaco ha già un addetto stampa che forse ha i capelli biondi e gli occhi azzurri ........che volere di più? non si può competere . perdonami non riesco a non essere ironica ma CHE AMAREZZA!!!!!!!!!!!
 Paese: Italy  ~  Invii: 73  ~  Membro da: 04/07/2008  ~  UltimaVisita: 10/05/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

ElioPindinelli
Average Member

Stato: Sconnesso

 Spedito - 07/11/2008 :  15:51:35  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ElioPindinelli  Aggiungi ElioPindinelli alla Lista Amici
Citazione:
voglio prima di tutto esprimere la mia solidarietà a Pindinelli per quello che è successo,
Originariamente inviato da moon - 07/11/2008 :  15:40:01



Carissimi forumisti, vi prego non datemi la solidarietà. Io in fin dei conti sono orgoglioso di essere considerato da certi personaggi un pericoloso nemico da sconfiggere. Ed in cuor mio devo confessarvi che mi imbarazza comunque essere accumunato anche solo visivamente con quelle persone. Il problema vero è che hanno dimostrato di fottersene dell'interesse che ha comunque Gallipoli di pubblicizzare il proprio patrimonio storico-culturale.
Per questa gente insomma l'importante è sbaragliare il nemico (poveri illusi) piuttosto che fare il bene della città. Ed è qui lo scandalo vero.
 Paese: Italy  ~  Invii: 88  ~  Membro da: 19/03/2008  ~  UltimaVisita: 11/12/2009 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

kashiwara
Advanced Member



Stato: Sconnesso
Membro Valutato:


 Spedito - 07/11/2008 :  20:41:51  Mostra Profilo  Aggiungi kashiwara alla Lista Amici
Mi dispiace veramente per l'occasione di visibilità sprecata.
Ad Elio Pindinelli esprimo la mia solidarietà ed il mio apprezzamento per la sua condotta in questa triste vicenda ..... nonostante tutto ha cercato di portare in salvo il progetto addirittura consigliando
Citazione:
altra persona (magari più preparata e capace di me) chiedendogli scusa per quanto accaduto e soprattutto per l'irresponsabile attegiamento del Sindaco e del suo presunto addetto stampa.


Questo è amore verso la propria città, non il comportamento di altri personaggi meschini e biechi.

Mi unisco anch'io al coro di Libero .....

VERGOGNA!

 Illustre conforumiano
 Paese: Italy  ~  Invii: 1804  ~  Membro da: 31/08/2007  ~  UltimaVisita: 03/09/2013 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

dinomagno
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 11/11/2008 :  15:22:20  Mostra Profilo  Aggiungi dinomagno alla Lista Amici
Avevo fatto due interventi relativi al bando di vendita di un terreno urbanisticamente qualificato "Attrezzature collettive" sul Peep II Piano di zona di Edilizia economico.popolare. Rimando gli utenti, se ne hanno voglia a quelle osservazioni.
http://forum.salentovirtuale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1866&whichpage=2
http://forum.salentovirtuale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1809
Contestavo la legittimità della vendita e soprattutto sottolineavo che era del tutto ingiusto negare a quella zona i servizi e le necessarie opere di urbanizzazione secondaria. Ho anche affermato che mi sembrava tutta la faccenda utile solo per Sunna proprietario di alcuni di quei terreni che si volevano retrocedere con bozza di transazione approvata in agosto dalla Giunta Municipale.
Sono stati spesi soldi per il bando e a giorni si sarebbero dovuto aprire le offerte dei partecipanti (ma ce ne sono state?).
La sorpresa è venuta venerdì dalla Giunta Comunale che ha bloccato il bando dichiarando che occorre andare in Consiglio comunale per una eventuale modifica della destinazione d'uso dell'area da vendere, ed anche penso io di quella che si vuole retrocedere e vendere a Sunna.
Ora non so se sono state le mie osservazioni postate sul forum oppure..
Bisogna capire bene cosa viol dire cambiare destinazione d'uso urbanistica di quei terreni. Renderli edificatori? Se così fosse sarebbe cosa GRAVISSIMA.
Gli appetiti si immaginano conoscendo anche gli interessi coinvolti. E mi sa che questa volta si troveranno anche nell'opposizione i favorevoli ad un'operazione che se così fosse sarebbe sicuramente da esposto alla Procura della Repubblica.
Io starò a vedere.
 Paese: Italy  ~  Invii: 320  ~  Membro da: 16/03/2008  ~  UltimaVisita: 25/11/2008 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina

libero
Advanced Member


Stato: Sconnesso

 Spedito - 13/11/2008 :  09:38:35  Mostra Profilo  Aggiungi libero alla Lista Amici
Come riferito oggi dai giornali, il Sindaco e i nostri cari Amministratori , non hanno ritenuto opportuno , nel piano triennale delle opere pubbliche,stanziare nessuna somma per la ristrurazione del fatiscente Stadio Comunale.
Indipendentemente dal fatto che la squadra milita in serie C ,indipendentemente dal disinteresse che il Sindaco ha sempre avuto e dimostrato per il calcio e verso lo sport in genere,quella non è struttura idonea neanche per le partite "scapoli vs ammogliati"!!!!!! Allora due considerazioni o il Sindaco sa già che Barba abbandonerà la squadra(e questa cosa la vedo totalmente impossibile) oppure,per tener dietro alle "battute"di Plutone,Venneri 1 Barba 1.
 Paese: Italy  ~  Invii: 326  ~  Membro da: 09/07/2008  ~  UltimaVisita: 20/03/2010 -> Moderatore  Vai all'inizio della pagina
Pag. di 11 Discussione Precedente: Appello ad Elio Pindinelli Discussione Discussione Successiva: Questo forum è morto?  
 Vers.Stampabile
Pagina Successiva
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 2,64 secondi Powered By: Snitz Forums 2000